Plastica monouso: domani scatta il divieto. Quali sono i prodotti banditi

Plastica monouso: domani scatta il divieto. Quali sono i prodotti banditi
Per saperne di più:
QUOTIDIANO NAZIONALE INTERNO

“Possibile invece – ricorda Minutolo – vendere prodotti a marchio biodegradabile e compostabile”.

Roma, 12 gennaio 2022 - Plastica monouso al bando: dopo tanti rinvii, domani 14 gennaio scatta il nuovo corso europeo.

Gli oggetti vietati. Dunque sono messi al bando i prodotti in plastica monouso come piatti, bicchieri, cannucce, cotton fioc, bastoncini per i palloncini, miscelatori di cocktail, alcuni attrezzi da pesca e contenitori in plastica per alimenti. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Su altri giornali

Da domani 14 gennaio entra ufficialmente in vigore la legge che vieta l’uso della plastica monouso, non biodegradabile e non compostabile. Semaforo rosso anche per palloncini e bastoni per palloncini, contenitori per bevande in plastica monouso, tappi, coperchi, cannucce e borse di plastica. (leggo.it)

Direttiva SUP vs Dlgs italiano. In realtà il provvedimento italiano introduce una grande novità rispetto alla direttiva SUP, nell’ambito dei termini e del loro significato. Il testo, infatti, esclude dalla definizione di “plastica monouso” tutti i polimeri naturali non modificati chimicamente. (Rinnovabili)

“Possibile invece – ricorda Minutolo – vendere prodotti a marchio biodegradabile e compostabile”. Roma, 12 gennaio 2022 - Plastica monouso al bando: dopo tanti rinvii, domani 14 gennaio scatta il nuovo corso europeo. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Stop alla plastica monouso, ecco i prodotti ammessi e quelli vietati

Vediamo insieme che cosa dobbiamo fare a partire dal 14 gennaio in poi per quanto riguarda la plastica, dato che c’è il suo addio! Per quanto riguarda i bicchieri di plastica si troveranno ancora in vendita per qualche tempo (Formatonews)

La direttiva offriva l’opportunità di andare oltre il monouso e la semplice sostituzione di un materiale con un altro, promuovendo soluzioni basate sul riutilizzo. L'associazione ambientalista lamenta inoltre il mancato accoglimento delle proposte contenute nel rapporto “Dalla riduzione del monouso in plastica alla riduzione del monouso: indicazioni per il recepimento della direttiva SUP in Italia”, che - afferma - sarebbero state condivise con il Ministero della Transizione ecologica durante le fasi consultive in merito al recepimento della direttiva, senza aver avuto alcun seguito nei fatti (Polimerica.it)

L’obiettivo è scongiurare il rischio che i materiali di plastica finiscano nelle acque o vengano abbandonati, rischiando di ledere il suolo attraverso la frammentazione e la decomposizione chimica. Le nuove regole si applicano ai prodotti in plastica monouso, ai prodotti in plastica oxo-degradabile e agli attrezzi da pesca contenenti plastica (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr