Viva i tifosi dell’Inter e il mega assembramento di Milano: la forza di un’emozione per ritrovare la libertà

Viva i tifosi dell’Inter e il mega assembramento di Milano: la forza di un’emozione per ritrovare la libertà
Stretto web SPORT

Se entro 15 giorni a Milano ci sarà un dramma sanitario, potremo considerare il comportamento dei tifosi dell’Inter ingiusto.

Per capire se è giusto o meno il comportamento dei tifosi dell’Inter, dovremmo interrogarci su cosa provoca.

In nessun caso questi assembramenti hanno provocato alcun aumento del contagio, dei ricoverati e dei morti.

Viva i tifosi che hanno il coraggio di scendere in piazza per un’emozione disobbediendo a leggi vessatorie e discriminatorie dei diritti umani

3 Maggio 2021 17:05. (Stretto web)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Polemica social e dei commercianti: "Tutti rispettino le regole anti-Covid" (La Repubblica)

l coordinatore del Cts: "Deve prevalere il senso di responsabilità e rispettare i 121mila morti". Così il coordinatore del Cts Franco Locatelli a commento della folla di persone che si è radunata ieri in piazza Duomo a Milano e per le vie della città dopo la vittoria dello scudetto da parte dell'Inter. (Sport Mediaset)

Romelu Lukaku continua la festa scudetto anche sui social. Now bow down. . Il nostro dio ✝️ ha incoronato i Re! (Fcinternews.it)

Blindare anche Lukaku e prendere un portiere: così l’Inter può aprire un ciclo

Il riferimento è all'attaccante svedese, che più di una volta - specie dopo la vittoria del derby di andata - si era incoronato vero dio della città The real god ✝️. has crowned the king! (Calciomercato.com)

Inter, Romelu Lukaku attaccante nerazzurro e della nazionale belga, mostra ai suoi tifosi il suo legame profondo nei riguardi della sua squadra e del tecnico Antonio Conte. Non ci fu la possibilità di lavorare insieme al Chelsea, ma ho sempre pensato che dopo aver lasciato il Manchester United con lui sarei migliorato davvero“. (SuperNews)

Ma sottovalutava con grande ingenuità che ci sarebbe stata una clausola, impossibile per lui, da 111 milioni Il buon Bartomeu sentiva di poter prendere il toro per le corna pagandogli un grande ingaggio. (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr