Green Pass, Bassetti: “Così è una stupidaggine, invoglia solo a farsi il tampone e non a vaccinarsi”

Green Pass, Bassetti: “Così è una stupidaggine, invoglia solo a farsi il tampone e non a vaccinarsi”
IVG.it SALUTE

“Io a questo green pass non sono più a favore.

Diciamo allora che l’Italia non è pronta ad avere il green pass sui luoghi di lavoro dal 15 di ottobre, lo rimandiamo a data da destinarsi e lo lasciamo obbligatorio nei luoghi di aggregazione.

A proposito di vaccini, uno degli argomenti più discussi è quello della terza dose.

Bassetti poi conclude il suo intervento commentando l’influenza in arrivo: “Se è vero che sta arrivando un’influenza potentissima?

Intanto la terza dose è facoltativa, poi in questa fine 2021 dedichiamoci per la terza dose unicamente a quelli cui sappiamo può servire veramente. (IVG.it)

Su altre testate

Bassetti si è detto contrario al green pass così concepito e si auspica torni ad essere uno strumento per incentivare i vaccini e non i tamponi. Secondo Bassetti occorre fare attenzione, perché “stiamo dando patenti di sicurezza dove non ce ne sono“. (Notizie.it )

La soluzione è che rimanga il Green pass per le occasioni ludiche, mettiamo uno stop al green pass sul lavoro, introducendo l'obbligo vaccinale per alcuni lavori" Se l'obiettivo del Green pass è far tamponare la gente ogni 3 giorni, è una stupidaggine scientifica. (La7)

Polemica concitata a “L’aria che tira” (La7) tra Matteo Bassetti, primario del reparto Malattie Infettive dell’ospedale San Martino di Genova, e un lavoratore no green pass del porto di Genova. (Il Fatto Quotidiano)

Obbligo green pass, Bassetti: "Spero che il governo rimandi la partenza, assurdo equiparare tampone e vaccino"

Questa settimana qui al San Martino abbiamo avuto 4 ricoveri ( tutti di persone non vaccinate), di cui uno in terapia intensiva. L'anno scorso, la stessa settimana, erano 70, di cui 9 in terapia intensiva". (ilGiornale.it)

Diciamo allora che l’Italia non è pronta ad avere il green pass sui luoghi di lavoro dal 15 di ottobre, lo rimandiamo a data da destinarsi e lo lasciamo obbligatorio nei luoghi di aggregazione. Poi per tutti gli altri io credo che non si debba parlare di terza dose, ma di richiamo nel 2022 a distanza di un anno dalla prima dose“ (Genova24.it)

Aver equiparato all'interno del green pass la vaccinazione e il tampone a 48 o 72 ore è una assurdità, siamo gli unici in Europa ad averlo fatto", commenta Bassetti a Primocanale. Pensare che uno che ha fatto tre giorni prima un tampone vada a lavorare essendo ancora sicuro è un grande errore" (Primocanale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr