Al via lo stralcio delle cartelle fino a 5mila euro previsto dal Dl Sostegni. Dall'Agenzia

LA NOTIZIA ECONOMIA

L’Agenzia delle Entrate ha comunicato (qui la pagina dedicata) le regole dello Stralcio dei debiti fino a 5mila euro previsto dal decreto Sostegni (leggi l’articolo).

Se il contribuente ha più carichi iscritti a ruolo, conta l’importo di ciascuno: se i singoli carichi non superano i 5mila euro, possono quindi beneficiare tutti dell’annullamento.

Lo Stralcio delle cartelle si applica anche ai debiti rientranti nella “Rottamazione-ter” (Dl n. (LA NOTIZIA)

Su altri media

Entra nel vivo l'operazione di stralcio dei debiti fino a 5.000 euro prevista dal decreto Sostegni. In tutti i casi l'operazione avverrà "d'ufficio", ossia senza la necessità di presentare nessuna richiesta (la Repubblica)

Per le società, invece, si farà riferimento ai modelli per la dichiarazione delle Società di persone, Redditi società e capitali ed Enti non commerciali E’ realtà il cosiddetto ‘stralcio’ delle cartelle fiscali che non siano ancora state riscosse o contestate dall’Agenzia delle Entrate. (EdizioneCaserta)

La circolare dell'Agenzia delle Entrate. 119/2018), nel “Saldo e stralcio” (legge di Bilancio 2019) e nella “Riapertura dei termini” (prevista dal Dl n. (BlogSicilia.it)

Stralcio cartelle dal 31 ottobre. Si precisa che nel limite di 5mila euro (inclusi capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni) è relativo agli importi dei singoli carichi. (The Italian Times)

In particolare, il 31 ottobre 2021 saranno stralciati in. automatico tutti i debiti che, al 23 marzo 2021, hanno un importo residuo fino a 5mila euro, affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010. (Italia Oggi)

Effettuate le verifiche necessarie l’Agenzia delle Entrate, entro il 30 settembre darà il via libera all’annullamento. Quindi l’agente della riscossione provvederà in automatico allo Stralcio, i debiti si intendono tutti automaticamente annullati al 31 ottobre 2021 (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr