La ministra Messa: «Lo studente che non ha il Green Pass rischia anche la multa»

Open INTERNO

La ministra dell’Università Maria Cristina Messa oggi parla con il Corriere della Sera di come funzionerà il Green Pass obbligatorio negli atenei.

Messa poi parla dell’appello dei 600 prof universitari (tra cui Alessandro Barbero) contro il lasciapassare: «Ho appreso dell’appello dai giornali.

Non mi sembra che ci sia preoccupazione sul green pass

Lo spirito delle norme sull’obbligo di green pass è chiaro, è quello di insistere sul vaccino per tornare in presenza». (Open)

Ne parlano anche altre testate

Se uno studente verrà trovato senza green pass “lo fanno uscire”. Lo spirito delle norme sull’obbligo di green pass è chiaro, è quello di insistere sul vaccino per tornare in presenza”. (L'HuffPost)

di Angelica Malvatani È una università a tutti gli effetti il Conservatorio, una realtà ricca e variegata che però, come tutte le università, deve sottostare alle regole sul Green pass. Il primo problema riguarda gli studenti, abbiamo fascia di studenti minorenne, compresa tra i 12 e i 18 anni. (il Resto del Carlino)

Discorso diverso, invece, per docenti e personale universitario, a cui sarà richiesto (e verificato) il possesso del Green pass singolarmente. In sostanza, chi deve assicurarsi che le regole vengano rispettate in materia di Green pass in Università? (QuiFinanza)

Impossibile. Anche volendo sottostare al green pass, spiegano, è impossibile reggere il ritmo tampone: «Per noi studenti il tampone non è comunque sostenibile economicamente: il prezzo minimo si aggira sui 15 euro, impossibile farne tre a settimana. (VeneziaToday)

Massimo Galli vs sindacati/ "La pandemia non si risolve a colpi di tampone". Se uno studente sarà sprovvisto di Green Pass sarà invitato a uscire e, sulla multa da 400 euro prevista, il ministro ha dichiarato: “Il responsabile del rispetto delle regole è il rettore. (Il Sussidiario.net)

Già alle prese con gli esami e le lezioni all’università, necessitano del giusto sostegno psicologico. Per maggiori informazioni basta contattare il centro Libera Mente di Chieti al 2801729282 (ChietiToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr