Le bollette di luce e gas potrebbero triplicare: gas e petrolio si impennano.

Le bollette di luce e gas potrebbero triplicare: gas e petrolio si impennano.
iLoveTrading ECONOMIA

Chi investe in queste materie prime si sta arricchendo.

Infatti per trasferire sull’utente finale la maggiorazione sulle materie prime e non andare in fallimento le aziende potrebbero essere costrette persino a misure di questo genere

Infatti le aziende che erogano luce e gas pagano in anticipo le materie prime come gas e petrolio ai broker internazionali che le vendono e poi percepiscono i soldi in bolletta dagli utenti. (iLoveTrading)

Ne parlano anche altre fonti

Riguardo alla casa, le famiglie, ma anche le persone fisiche, potranno azzerare l’aumento delle bollette con uno sconto direttamente sull’IVA: dal 22% potranno pagare il 5%. In entrambi i casi però, gli sconti varieranno in base al reddito e ai requisiti che impongono i diversi gestori. (Genova24.it)

La dipendenza continentale dalle importazioni di petrolio è nell'ordine del 97%, dal carbone del 44% e dal gas del 90%. Ciò a sua volta ha fatto salire i prezzi al dettaglio, ma in misura molto minore: +9% nella media Ue ad agosto 2021. (IL GIORNO)

Altre misure a sostegno delle imprese prevedono l'aggregazione della domanda delle Pmi, ma sempre "nel rispetto delle regole di concorrenza". Sull'energia dall'atomo, la commissaria europea per l'Energia, Kadri Simson, ha risposto a una domanda sulla sua inclusione o meno negli standard della finanza sostenibile: "Gli Stati membri hanno il diritto, stabilito nei Trattati, di scegliere il proprio mix energetico". (la Repubblica)

Gas e bollette, le misure della Ue per frenare i rincari: «Stati taglino tasse e Iva»

Si va da misure di supporto ai consumatori ad aiuti di Stato per le imprese e in qualche tasso anche riduzioni fiscali. La Commissione europea ha presentato oggi la sua toolbox, l'insieme degli strumenti che i singoli Stati potranno adottare anche per essere più resilienti davanti a eventuali, ulteriori shock energetici. (Milano Finanza)

Salgono i prezzi dell’energia. Le emergenze, molto spesso, hanno il merito di far affiorare i problemi più o meno manifesti che le hanno determinate. Il gas naturale, infatti, è la seconda fonte nel mix elettrico europeo dopo il nucleare, in Italia la prima. (Il Fatto Quotidiano)

Un altro strumento è facilitare un più ampio accesso agli accordi di acquisto di energia rinnovabile attraverso misure di accompagnamento. «È importante proteggere i consumatori vulnerabili e proteggere le imprese europee», ha sottolineato la Commissaria Ue all’Energia, Kadri Simson. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr