Sudafrica, scontri e violenze: 212 morti e 2.500 arresti

Sudafrica, scontri e violenze: 212 morti e 2.500 arresti
Ck12 Giornale ESTERI

“Situazione sta tornando alla normalità”. Comunque, non solo Cuba è stata attraversata da proteste di massa: infatti in Sudafrica è salito a 212, secondo il bilancio fornito dal governo, il numero dei morti nelle violente proteste contro il governo mentre è al momento imprecisato quello dei feriti.

“La situazione nelle due province di Kzn e Gauteng sta gradualmente, ma decisamente, tornando alla normalità“, ha precisato Ntshaveni aggiungendo che ci sono stati finora almeno 2.500 arresti. (Ck12 Giornale)

Ne parlano anche altre testate

Le due principali arterie autostradali sudafricane, compresa la N3 che collega le province di Gauteng e Kwa-Zulu Natal, sono state riaperte e sono completamente operative Il ministro della Difesa, Nosiviwe Mapisa-Nqakula, ha dichiarato di voler schierare 25.000 soldati nelle province di KwaZulu-Natal e Gauteng, epicentro delle violenze. (EOS Sistemi avanzati scrl)

Sarebbe iniziato il 7 luglio, la notte in cui l’ex presidente della Repubblica Jacob Zuma è entrato in carcere, e avrebbe come obiettivo la testa di Cyril Ramaphosa, il suo successore. Ci sarebbe un piano dietro le violenze e i saccheggi che hanno travolto il Sudafrica negli ultimi giorni. (la Repubblica)

Da parte delle autorità, giungono appelli a non farsi giustizia da soli contro i saccheggiatori Ramaphosa: "Qualcuno ha voluto provocare una rivolta popolare tra la gente". VATICAN NEWS. Non si placano le violenze che da quasi una settimana sconvolgono il Sudafrica (Vatican News)

Sudafrica: 212 le vittime nei disordini

Parlando alla stampa, sullo sfondo di una massiccia presenza militare e di polizia, Ramaphosa ha anche ammesso che avrebbero dovuto agire “più velocemente” di fronte all’ondata di vandalismo scattata dopo l’incarcerazione dell’ex presidente sudafricano Zuma. (L'agone)

L’arresto del corruttore e la fine dello “state capture”, saranno un magnifico regalo a Madiba e al suo sogno di un Sudafrica democratico All’inizio del suo primo mandato presidenziale, nel 2009, Jacob Zuma ammise pubblicamente di aver fatto l’amore con una giovane malata di Aids. (Il Sole 24 ORE)

- JOHANNESBURG, 16 LUG - Hanno provocato almeno 212 morti le violenze che scuotono il Sudafrica da quasi una settimana: lo ha annunciato oggi il governo, rivedendo al rialzo il bilancio di 117 morti annunciato ieri. (Gazzetta di Parma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr