Covid, boom di contagi in Puglia. Emiliano: "Autogestitevi"

Virgilio Notizie INTERNO

“La variante inglese – ha dichiarato sempre Emiliano – sta diventando egemonica, in Puglia credo che sia ormai intorno al 90% e peraltro ha caratteristiche anche più letali”.

Emiliano: "Autogestitevi" Michele Emiliano, governatore della Puglia, alle prese con la diffusione del Covid.

Covid, boom di contagi in Puglia.

“Una visita di cortesia per scambiarsi gli auguri può essere il preludio di una tragedia

L'appello ai cittadini: "Autogestitevi". (Virgilio Notizie)

Ne parlano anche altre fonti

Evitate di chiedere controlli perchè tanto nessuno è in grado di multarvi. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. (VideoAndria.com)

A dichiararlo, in una nota congiunta, è il gruppo regionale di Fratelli d’Italia. “Una sorta di invito all’anarchia, al si salvi chi può visto che lo Stato non è più in grado di farlo. (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Lo dice il governatore pugliese Michele Emiliano parlando a Sky in un intervento in cui ha anche parlato dei controlli che in questo giorni del weekend pasquale saranno effettuati.«Evitate per favore i contatti, vi prego di autogestirvi e di comprendere che anche solo fare gli auguri ad una persona cara, può innescare una catastrofe. (BarlettaViva)

Il totale di casi positivi registrati nelle singole Province pugliesi dall'inizio dell'emergenza. L'aggiornamento quotidiano sul numero dei guariti e dei deceduti in Puglia. Gli attualmente positivi, la percentuale dei ricoverati e il numero di pazienti in terapia intensiva in Puglia. (BisceglieViva)

A tale proposito, lo stesso Emiliano ha pregato i pugliesi di non chiedere continuamente una maggior vigilanza “perché i controlli non sono in grado di farli o comunque non li vogliono fare. Parliamoci chiaro, non pretendete dallo Stato ciò che voi stessi poi non siete in grado di fare da soli, facendo funzionare un po’ il cervello” (Corriere di Taranto)

"Che cosa è stato fatto in Puglia - chiedono - per preservare il diritto all'istruzione di tanti bambini e ragazzi. "Chiediamo - concludono - di dare priorità alla scuola, ai nostri ragazzi e ragazze, alle nostre bambine ed ai nostri bambini, da un anno cittadini dimenticati dai decisori politici" (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr