Cartelle esattoriali, forse c’è ancora tempo: la decisione del Mef sorprende tutti

ContoCorrenteOnline.it ECONOMIA

La situazione dell’Italia, sempre più alle porte della stagione estiva, appare ancora troppo instabile per ripartire a regime con la riscossione dei tributi.

Inizialmente, la proroga concessa per il pagamento delle cartelle esattoriali era stata allungata fino al 30 giugno.

Nei prossimi giorni potrebbe arrivare qualche informazione più dettagliata circa un’eventuale proroga delle cartelle esattoriali

Con il Decreto Sostegni bis si ipotizza una nuova proroga della scadenza delle cartelle esattoriali. (ContoCorrenteOnline.it)

Ne parlano anche altri media

Riflettori puntati sulla riforma fiscale. Il grido d’allarme sulla riscossione arriva proprio mentre sta entrando nel vivo il dibattito sulla riforma fiscale. Senza capacità di incasso delle somme contestate anche la compliance – tanto sbandierata dalle forze politiche – si rivela inefficace nel più ampio obiettivo della lotta all’evasione. (Il Sole 24 ORE)

Leggi anche: Dichiarazione dei redditi, gli appuntamenti di giugno 2021. Questo permetterebbe un’accelerazione degli iter di riscossione. Il Decreto Sostegni varato lo scorso marzo, ha introdotto delle semplificazioni nella cancellazione delle cartelle esattoriali inesigibili. (Consumatore.com)

Sono quasi mille miliardi di euro le entrate mancanti nelle casse dello Stato: l’allarme è stato più volte non solo dal direttore dell’Agenzia delle Entrate Ruffini, ma anche dalla Corte dei Conti. Un ulteriore monito è arrivato dalla Corte Costituzionale, con le motivazioni della sentenza n. (Money.it)

Ecco quindi l’idea di rispolverare uno strumento cassato con l’avvento del governo giallo-verde e temuto da una fetta di cittadini: questo editato in: da. Doveva scadere il prossimo 30 giugno, secondo quanto indicato nel decreto “Sostegni “, invece il blocco dei pignoramenti e dell’invio delle cartelle esattoriali dovrebbe essere prolungato fino al primo settembre. (QuiFinanza)

Cartelle esattoriali: Castelli apre ad una proroga ma nessuna promessa. L’idea di “ammorbidire” questi appuntamenti con il Fisco farebbe pensare ad un allungamento della scadenza del 2 agosto 2021 per il pagamento delle cartelle esattoriali. (The Italian Times)

Quindi ai privati cediamo i nostri diritti alla privacy e poi ci difendiamo dallo Stato che siamo noi stessi" Le partite Iva sono 6 milioni e noi siamo 32 mila servitori dello Stato. (Italia Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr