Tornano in classe 110mila studenti: "No assembramenti fuori dagli istituti"

Tornano in classe 110mila studenti: No assembramenti fuori dagli istituti
ilgazzettino.it SALUTE

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati

Dopo il passaggio da zona rossa a zona arancione, da questa mattina 110mila alunni del trevigiano torneranno nelle aule per seguire le lezioni in presenza: tutti quelli degli asili, delle elementari e delle medie, più il 50% degli studenti delle.

La scuola riparte con 20 classi già in quarantena.

E l’Usl della Marca non nasconde la preoccupazione per il rischio di un nuovo aumento dei contagi da coronavirus. (ilgazzettino.it)

Su altre fonti

Se i docenti della scuola primaria hanno necessità di avvicinarsi ai bambini per guidarli nello svolgimento di un compito possono farlo utilizzando la mascherina. A decidere e dettare per la scuola il protocollo unico, a un giorno dalla ripresa delle lezioni in presenza, il ministero dell’Istruzione guidato da Patrizio Bianchi e il ministero della Salute di Roberto Speranza. (QuiComo)

Da domani, mercoledì 7 aprile, anche in Emilia-Romagna riaprono nidi e materne, e si torna in aula fino alla prima media (inclusa), come stabilito dal Governo. Misure che abbiamo presentato ai sindacati e sulle quali ci siamo confrontati con l’Ufficio scolastico regionale. (Gazzetta di Parma)

Confermata la campagna di screening in farmacia per alunni, familiari e per lo stesso personale scolastico, con la possibilità per tutti loro di effettuare gratuitamente tamponi rapidi. Per tutti i contatti stretti viene emesso, da parte del Dipartimento, un provvedimento di quarantena (RavennaToday)

Domani riaprono nidi, materne, elementari e prime medie

“Dopo un anno e troppi giorni di presenza persi, torniamo ad assicurare il pieno diritto allo studio a tante ragazze e ragazzi, bambine e bambini. Riapertura scuole, Bellanova: “Si lavora per far tornare in presenza anche gli studenti delle superiori in tutta Italia” Di. (Orizzonte Scuola)

Parte degli insegnanti sono andati in classe per garantire anche la frequenza agli studenti con disabilità o bisogni speciali Domani, mercoledì 7 aprile, sono 785.910 gli studenti lombardi che torneranno in classe, altri 615.903 invece continueranno a seguire le lezioni a distanza. (Fanpage.it)

Le Aziende sanitarie potranno effettuare interventi rapidi per la limitazione e il contenimento di focolai scolastici, lì dove dovessero nascere. Svolgeranno poi azioni preventive di controllo, d’intesa con i dirigenti scolastici, con l’effettuazione di tamponi a campione, su base volontaria (BolognaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr