Omicidio di Popoli, già arrestato il presunto colpevole: è un vicino di casa

Omicidio di Popoli, già arrestato il presunto colpevole: è un vicino di casa
IlPescara INTERNO

Lanciato l'allarme, sul posto sono arrivati prima i carabinieri della locale Compagnia e poi quelli del nucleo investigativo di Pescara.

Il 54enne, già noto alle forze dell'ordine, giaceva senza vita con tracce di sangue intorno e su una carriola usata per trasportarlo da casa sua fino a lì.

L'arrestato, trasferito in caserma, è stato quindi sottoposto a fermo quale indiziato del delitto di omicidio

All’interno della casa i segni evidenti di un’aggressione nonché tracce di sangue da trascinamento oltre a un coltello, presumibilmente utilizzato per la commissione del delitto. (IlPescara)

La notizia riportata su altri giornali

La presunta arma del delitto è stata trovata in casa della vittima. I carabinieri hanno arrestato un uomo per la morte di Fulvio Declerc, il 54enne di Popoli (Pescara), ritrovato in mattinata sulle sponde del fiume Aterno. (In Terris)

Per gli investigatori l’inchiesta risulta definita nel senso che potrebbe essere stato lo stesso giovane, una volta ucciso il suo nuovo vicino, a trasportare e gettare il cadavere sulle sponde del fiume Pescara con il tentativo di occultarlo. (Onda Tv)

Si tratta di omicidio. Ad avvistare il corpo, con una vistosa ferita alla testa, è stato un residente che passeggiava con il cane. (La Notizia.net)

Ucciso e trasportato sul greto del fiume in una carriola, arrestato presunto autore dell'omicidio: è un 29enne romano

Omicidio in provincia di Pescara, la ricostruzione. La ricostruzione di quanto successo è ancora al vaglio degli inquirenti. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, il 54enne sarebbe stato ucciso in casa per poi essere trasportato, ormai senza vita, sul greto del fiume (News Mondo)

Il giovane è stato arrestato l’ultima volta due giorni fa per tentata rapina ed estorsione ai danni di una farmacia del luogo. All’interno dell’abitazione della vittima c’erano i segni evidenti di un’aggressione nonché tracce di sangue da trascinamento oltre ad un coltello, presumibilmente utilizzato per la commissione del delitto. (Pescara Web Tv)

Ad accorgersi della presenza del cadavere è stato un residente a passeggio con il cane. Sono state quindi individuate tracce ematiche che dal luogo del ritrovamento conducevano fino all’abitazione del malcapitato distante solo un centinaio di metri. (RomaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr