CASO AMRABAT, TRA DELUSIONI E INCOMPATIBILITÀ: PUÒ SALUTARE

CASO AMRABAT, TRA DELUSIONI E INCOMPATIBILITÀ: PUÒ SALUTARE
Firenze Viola SPORT

Ecco perché sul centrocampista è piombato il Torino, il cui nuovo allenatore è nientemeno che Ivan Juric con il quale il marocchino tanto bene ha fatto, vestito di gialloblù, in Veneto.

Il giocatore è stato tra gli acquisti più onerosi della storia viola e in particolare ha goduto fin da subito della stima del presidente Rocco Commisso, che l'ha voluto fortemente.

Saranno pertanto settimane di riflessione, col classe '96 che non è da escludere possa realmente salutare Firenze dopo un anno e mezzo

Ora Sofyan Amrabat rischia davvero di diventare un caso. (Firenze Viola)

Ne parlano anche altri giornali

Sogna in grande ma resta con i piedi per terra: "Mancini ha mandato un bel messaggio portando tanti giovani all’Europeo, è un segnale che ti permette di guardare all’azzurro – l’ambizione del 22enne – ma non voglio aggiungere altro: i sogni me li tengo per me, l’importante è non avere nessun rimpianto". (TUTTO mercato WEB)

Nell'ambiente la sua situazione anomala cova sotto la cenere e il peso a bilancio è più che significativo Ivan Juric vorrebbe riavere con sé Sofyan Amrabat, stavolta a Torino. (Firenze Viola)

Questo in campo trasmette parecchia carica sia mentre giochiamo sia mentre ci alleniamo e anche fuori dal campo. “Mi ha fatto molto piacere e non nascondo che quando potevo giocare un po’ meno non ero molto contento. (Torino Granata)

Buongiorno a Torino Channel: "Sono orgoglioso di giocare nella squadra della mia città"

E non è un caso che ad aiutare l’ex Primavera nella crescita sia stato proprio Moretti. Quel giovane si chiama Alessandro Buongiorno. (Toro.it)

Oltretutto c’è Juric che vede bene i giovani, basti pensare a tutti quelli che ha lanciato. «Comincio con il dire che sono orgoglioso di indossare questa maglia e di giocare per la squadra della mia città. (Fantacalcio ®)

Molti mi hanno scritto, amici di Torino e Trapani (dove ho giocato in passato) mi hanno scritto dicendomi che mi prendevano "Sto bene, questi giorni di ritiro sono impegnativi, lavoriamo molto, ci diamo da fare, stiamo bene, uniti, carichi. (Torino Granata)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr