Allarme Delta, Lopalco: "Vaccini efficaci contro le varianti". Meno 13% di copertura con Pfizer e Astrazeneca rispetto a variante inglese

FoggiaToday ECONOMIA

Il riferimento del premier Mario Draghi circa la possibile quarantena per chi arriva dall’Inghilterra.

Uno studio pubblicato ieri su The Lancet e ripreso da ‘Il Fatto quotidiano’ sostiene che Delta, rispetto alla variante inglese, riduce l’efficacia del vaccino del 13% ma che due dosi di Astrazeneca e di Biontech-Pfizer riducono il rischio infezione

L’epidemiologo, sempre all’Adnkronos Salute, in merito all’ipotesi di lasciare ai cittadini under 60 la scelta della tipologia di vaccino per la seconda dose dopo il vaccino Astrazeneca, precisa che “non può essere una scelta del paziente ma una prescrizione di un medico”. (FoggiaToday)

Ne parlano anche altri media

Cominciamo dai materiali ferrosi Vengono menzionati presunti materiali ferrosi e tossici, senza definirne la quantità. (Open)

Il giorno dell’appuntamento è necessario portare con sé un documento di identità, il consenso informato e la scheda anamnestica compilati e firmati. Da mercoledì 16 giugno, i giovani di età tra i 20 e i 24 anni possono fissare l’appuntamento per la somministrazione del vaccino contro il coronavirus. (La Repubblica)

«Le forniture Moderna a noi riservate dalla Regione» spiega Andrea Bellon di Federfarma Veneto «saranno dirottate a chi, sotto i 60 anni, doveva avere la seconda dose di Astrazeneca. Insomma il via libera al mix vaccinale fa slittare i tempi del via in farmacia. (Il Mattino di Padova)

La provincia di Savona segna 12 casi, quella della Spezia 7 e la Città metropolitana di Genova “ A partire da questa mattina alle 8 le persone che hanno prenotato la prima dose di vaccino anti-Covid verranno contattate dal call center di Regione Liguria e avranno la possibilità di anticipare la loro somministrazione. (IVG.it)

Contando che ora siamo a circa 2 milioni e 550 mila somministrazioni, per il 30 settembre arriveremo comunque all’immunità di gregge». Da un lato per attendere eventuali decisioni delle autorità sanitarie nazionali, dall’altro per la necessità di vaccinare d’ora in poi tutti gli under 60 senza usare AstraZeneca (Corriere Fiorentino)

La percentuale d’incidenza sui tamponi effettuati è dell’1,6% e del 4,1% sui tamponi di prima diagnosi Firenze, 15 giugno 2021 - Quasi un toscano su due ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino, la percentuale nella nostra regione è del 46,4%. (LA NAZIONE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr