Milan-Giroud: nuovi contatti positivi tra le parti

Milan-Giroud: nuovi contatti positivi tra le parti
Europa Calcio SPORT

LEGGI ANCHE:

Nella chiacchierata della dirigenza del Milan con l’ entourage del francese sarebbero stati limati gli ultimi dettagli in merito ad un contratto biennale, ma è bene ricordare che i rossoneri porterebbero Giroud in Italia solo ed esclusivamente a parametro zero.

Milan-Giroud – Dopo la notizia del rinnovo di contratto di Olivier Giroud con il Chelsea, la possibilità che il francese potesse sbarcare a Milano, sponda rossonera, sembrava davvero remota. (Europa Calcio)

Se ne è parlato anche su altri media

Il Milan insiste per Olivier Giroud. A settembre compirà 35 anni eppure da parte sua non manca la voglia di misurarsi ancora in campionati di alto livello. (SerieANews)

Pronta l'offerta al Chelsea. Salvatore Cantone. Novità importanti sul fronte Giroud. Notizia per certi versi sorprendente, visto che che si era parlato di un Milan interessato all'attaccante solo nel caso in cui si fosse liberato a titolo gratuito dai londinesi. (Pianeta Milan)

Il Milan, infatti, avrebbe trovato un’intesa con il Chelsea per il riscatto del difensore inglese Fikayo Tomori. Il Milan, quindi, potrebbe ancora prendere il trentaquattrenne a parametro zero o con un piccolissimo conguaglio. (Footballnews24.it)

Milan, definito l’accordo con Giroud: Maldini ottimista, ecco cosa manca per chiudere

Nelle ultime settimane il nome di Olivier Giroud è stato più volte accostato al Milan. I rossoneri vedono l’attaccante del Chelsea come l’obiettivo numero uno per rinforzare il reparto offensivo (Spazio Milan)

Per Giroud in rossonero è pronto un contratto biennale Il Chelsea ha esercitato l'opzione per il prolungamento contrattuale di un anno ma Giroud ha un patto con il club per liberarsi. (Sky Sport)

Ilva avanti con fiducia sull’obiettivo. I contatti con l’entourage del giocatore delle ultime ore hanno portato alla definizione totale dell’accordo: biennale da 4 milioni di euro (bonus compresi). (Calciomercato.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr