Postepay: ecco la truffa clamorosa che porta via tanti euro dai conti correnti

Tecno Android ECONOMIA

Bisogna semplicemente stare attenti ed identificare il messaggio truffa per evitare di cascarci con tutte le scarpe.

Allo stesso tempo però bisogna anche stare attenti alle truffe, le quali si diffondono più velocemente di quanto si crede.

Bisogna dunque stare attenti visto che in questo caso le problematiche che possono derivare sono tante.

Gentile cliente (nome e cognome),. Ti comunichiamo che l’accesso e le funzioni del tuo conto Postepay Poste Italiane sono state temporaneamente disabilitate

Da diversi giorni infatti starebbe girando un nuovo tentativo di inganno rivolto agli utenti con una Postepay. (Tecno Android)

La notizia riportata su altri media

SMS di phishing svuota conto BancoPosta. Sms che molti ci stanno segnalando è che state leggendo ora ribadisce il concetto, quest’ultimo svoltando indebitamente il nome di poste italiane avviso all’utente di un’anomalia sul conto BancoPosta da dover risolvere effettuando l’accesso presso un’apposita piattaforma esterna, la quale ricalca fedelmente il design dell’internet banking di poste, con l’unica differenza che non appena digitati i nostri codici di sicurezza verrebbe immediatamente copiati inviati al creatore della truffa. (Tecno Android)

Postepay è quella carta che grazie ai suoi tanti servizi risulta la più utilizzata in Italia ormai da diversi anni in tutte le sue varianti. PROCEDI. Tieni presente che l’accesso ai servizi Intesa (tra quali, prelievi e pagamenti) e il loro utilizzo sono limitati finchè l’aggiornamento non viene effettuato correttamente (Tecno Android)

Ecco il messaggio, in modo da permettervi di identificarlo facilmente:. Gentile cliente (nome e cognome),. Ti comunichiamo che l’accesso e le funzioni del tuo conto Postepay Poste Italiane sono state temporaneamente disabilitate (Tecno Android)

Anche in quel caso bisogna fare molta attenzione e non cadere nel tranello perchè seppur molto veritiero si tratta sempre di una truffa. “Poste e PostePay – si legge chiaramente – non chiedono mai le credenziali di accesso e i codici di sicurezza attraverso link inviati via SMS o al telefono, né di installare APP come strumento per la sicurezza”. (La TV di Gwendalina)

Tutti coloro che hanno lo SPID con Poste italiane potrebbero in questi giorni essere raggiunti da una email fuorviante. Meglio accertarsi prima attraverso i canali ufficiali, in questo caso quelli di Poste italiane (Telefonino.net)

Allerta Postepay: “Se fai così non funziona più!”. Tutta questa “infornata” di tecnologia ha contribuito a rendere le carte Postepay più delicate e sopratutto le versioni più recenti stanno manifestando una certa tendenza alla smagnetizzazione, ossia il danneggiamento della carica magnetica di una carta adibita al pagamento elettronico. (Social Periodico)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr