Alitalia, boccata di ossigeno nel Dl sostegno bis, arrivano 100 milioni di euro

Il Fatto Quotidiano ECONOMIA

Secondo indiscrezioni il decreto sostegni bis che dovrebbe essere varato settimana prossima conterrà anche lo stanziamento di 100 milioni di euro per dare ossigeno alle casse ormai prosciugate della compagnia e traghettarla così fino alla stagione estiva.

Sinora Bruxelles ha usato il contagocce nell’autorizzare il pagamento di ristori Covid già stanziati dal governo italiano.

Due settimane fa la vicepresidente della Commissione Margrethe Vestager aveva invitato l’Italia a presentare un nuovo documento. (Il Fatto Quotidiano)

Su altri media

13 Maggio 2021. (Lettura 2 minuti). . . . (Teleborsa) - Via libera di Bruxelles ai ristori da poco più di 12,8 milioni di euro da parte dello Stato italiano a favore di Alitalia. La Commissione europea ha infatti concluso che la misura di aiuto a sostegno della compagnia aerea è conforme alle norme dell'Ue in materia di aiuti di Stato. (ilmessaggero.it)

Il ristoro, infatti, va a coprire i danni subiti da Alitalia solo se è dimostrata la connessione diretta all'epidemia di coronavirus: in questo senso, la perdita di redditività subite su alcune rotte, "va considerata come un danno direttamente collegato a l'evento eccezionale”. (Milano Finanza)

I ritardi nel decollo Il mese di silenzio sul dossier influisce sui tempi di decollo di Italia Trasporto Aereo. È quanto apprende il Corriere da due fonti ministeriali che precisano come la cifra finale sia ancora oggetto di discussione interna al governo. (Corriere della Sera)

Lo si apprende da una nota della Commissione.Questa misura mira a risarcire la compagnia aerea per i danni subiti su alcune rotte a causa dell'epidemia di coronavirus durante il mese di gennaio 2021, ha aggiunto la Commissione. (Rai News)

Ristoratori e partite Iva ricevono aiuti con il contagocce e la maggioranza non trova la quadra su Industria 4.0 e Superbonus. Ma il Sostegni bis soccorre l'ex compagnia di bandiera a cui presto serviranno nuovi fondi. (La Verità)

Si tratterebbe dei circa 1,2 miliardi sui 3 miliardi di dote finanziaria previsti da un provvedimento del precedente governo e confermati dall’attuale esecutivo. I 3 miliardi già stanziati - aggiungono fonti sindacali - servirebbero da un lato a far decollare Ita e dall’altro a pagare la salatissima multa Ue che sarebbe dovuta arrivare a fine aprile (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr