Vaccini, eventi avversi: in Italia ad oggi 328 segnalazioni di morte

Vaccini, eventi avversi: in Italia ad oggi 328 segnalazioni di morte
La Pressa SALUTE

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha pubblicato ieri il quinto Rapporto di Farmacovigilanza sui Vaccini Covid ( qui i dati del quarto ).

In 211 casi il decesso è registrato dopo la prima dose, in 98 dopo la seconda (ove specificato nella scheda di segnalazione).

Il valore è simile al tasso cumulativo relativo a tutti gli eventi proprio perché le segnalazioni non gravi ne rappresentano la maggior parte. (La Pressa)

Su altre fonti

Sulla stessa linea il virologo Fabrizio Pregliasco e l'infettivologo Massimo Andreoni, secondo i quali gli eventi avversi rari si sono verificati essenzialmente dopo la prima dose ed il rischio è bassissimo. (LaC news24)

(LaPresse) – Per quanto riguarda AstraZeneca, quella dei vaccini “è una materia sulla quale emerge chiaramente come l’assenza di coordinamento europeo sia un grave problema. Servono più unità e più competenze comuni”. (LaPresse)

Le segnalazioni gravi corrispondono al 10,4% del totale, con un tasso di 21 eventi gravi ogni 100mila dosi somministrate, indipendentemente dal tipo di vaccino, dalla dose (prima o seconda) e dal possibile ruolo causale della vaccinazione (Ottopagine)

Vaccini COVID-19, 5° rapporto AIFA sulla farmaco sorveglianza. Trombosi in un caso su 100mila, mai dopo la 2a dose

7 aprile 2021. A meno di due mesi dall'ultima decisione si cambia ancora: Astrazeneca viene raccomandato per i soggetti over 60. Prima autorizzato solo fino a 55 anni, poi sospeso in attesa dell'Ema dopo alcuni episodi di trombosi, poi raccomandato per gli over 60. (IL GIORNO)

Avendo osservato la sua efficacia contro il Covid, molti medici prescrivono agli infetti l'antiparassitario ivermectina. Ma anziché favorire i test, le Asl, su impulso dei regolatori, schedano e fanno controllare le farmacie che preparano il medicinale dietro ricetta. (La Verità)

Come riportato nei precedenti Rapporti, gli eventi segnalati insorgono prevalentemente lo stesso giorno della vaccinazione o il giorno successivo (83% dei casi). (PharmaStar)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr