Donati gli organi di Francesca Venerdì l’addio

Donati gli organi di Francesca Venerdì l’addio
L'Arena INTERNO

La mamma e papà, esaudendo una volontà che aveva espresso la ragazza, con un profondo atto d’amore, hanno autorizzato l’espianto e la donazione degli organi.

Ad annunciare le esequie funebri dell’unica figlia sono gli stessi genitori Pietro e Adriana con il fidanzato di Francesca, Evan.

Per espressa volontà dei familiari niente fiori ma opere di bene a favore dell’associazione Amo

Giunta al nosocomio di Verona in condizioni disperate è deceduta dopo tre giorni di agonia alle 13,07 di giovedì. (L'Arena)

Su altre fonti

“Abbiamo deciso di organizzare una veglia in suo ricordo, la quale sarà in contemporanea a quella che si terrà a Caprino Veronese lo stesso giorno alla stessa ora – hanno affermato gli amici della giovane -. (Sassari Oggi)

“I suoi genitori, Pietro e Adriana, nell’immenso dolore per la perdita della loro unica figlia nel fiore degli anni, ci tengono a ringraziare le tantissime persone che sono state loro vicine in questi giorni terribili e soprattutto i medici e gli infermieri dell’ospedale Borgo Trento, che hanno esperito tutti i tentativi possibili per salvare Francesca, dimostrando la massima professionalità ma anche tanta umanità, così come i carabinieri di Caprino. (Casteddu Online)

Saranno celebrati venerdì 26 novembre alle 15, nella chiesa di Caprino Veronese, i funerali di Francesca Mannu, la giovane di appena vent’anni investita lunedì 15 novembre, alle 17.25, da un’auto mentre attraversava a piedi la Provinciale 29 (via Scalette) sulle strisce pedonali, poco fuori del centro del suo paese di residenza, e deceduta dopo tre giorni di agonia, giovedì 18 novembre, all’ospedale di Borgo Trento, dov’era giunta in condizioni disperate. (L'Arena)

Nursing Up: caccia ad infermieri italiani degli ospedali svizzero-ticinesi

L’Osservatorio per il lavoro svizzero, in queste ultime ore, lancia un allarme per la carenza di infermieri. In particolare gli ospedali ticinesi e le case di cura private del Canton Ticino hanno avviato una vera e propria “caccia aperta” all’operatore sanitario italiano. (Sardegna Reporter)

E i ringraziamenti di Pietro e Adriana sono giunti anche ai carabinieri di Caprino che hanno indagato e ricostruito l'incidente avvenuto lunedì 15 novembre sulla Strada Provinciale 29. Un ultimo saluto difficile da affrontare soprattutto per il fidanzato della ragazza, Evan, e per i genitori Pietro e Adriana. (Verona Sera)

Anche un infermiere italiano neo laureato, senza nessuna esperienza alle spalle, è considerato una figura molto ambita in questo momento in Svizzera. Un infermiere italiano che voglia candidarsi presso un istituto/ente svizzero deve semplicemente inviare il proprio curriculum (Sardegna Reporter)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr