Covid, cresce il tasso dei ricoverati in terapia intensiva e reparti ordinari

Covid, cresce il tasso dei ricoverati in terapia intensiva e reparti ordinari
Il Crotonese INTERNO

Ma cresce anche in Calabria (20%), Campania (12%), Lombardia (17%), Piemonte (24%), Puglia (10%), Sardegna (14%), Toscana (21%).

Il tasso cala in Friuli (al 21%) e nella provincia autonoma di Bolzano (17%).

– Cresce l’occupazione dei posti letto nelle terapie intensive e nelle aree mediche in Italia ed in Calabria.

Arriva al 27% (+1%) a livello nazionale la percentuale di posti letto nei reparti ospedalieri di area non critica con pazienti Covid

Stabile in Basilicata (3%), Emilia Romagna (17%), Lazio (21%), Liguria (20%), Marche (22%), Molise (5%), Val d’Aosta (18%) e Veneto (20%). (Il Crotonese)

Se ne è parlato anche su altre testate

“Stop al tamponificio, si facciano i test solo a chi sta male altrimenti non saremo travolti dai malati ma dalle carte e dai tamponi“ ha chiosato il governatore ligure Giovanni Toti. Bollettino settimanale e sena casi asintomatici. (Quotidiano online)

- PALERMO, 13 GEN - E' stabile al 27%, in Italia, secondo i dati Agenas, la percentuale di posti nei reparti di area non critica occupati da pazienti Covid, ma in 24 ore, cresce in 9 regioni: Campania (26%), Friuli (27%), Lombardia (32%), Marche (27%), PA Trento (25%), Puglia (18%), Sicilia (33%), Toscana (23%), Umbria (31%). (Ansa)

La più alta è nella provincia autonoma di Trento, che arriva al 31%. Per quanto riguarda la percentuale di posti letto occupati nei reparti ospedalieri di area non critica da pazienti Covid, a livello nazionale arriva al 27% (+1%). (Sky Tg24 )

Covid, dati Agenas: occupazione terapie intensive in Italia al 18%, tasso sale in 11 aree

Ma in questi caso, ha aggiunto l’esperto, “non finiranno in ospedale e non moriranno” proprio grazie all’efficacia del vaccino. Il 62 per cento ha preso le due dosi, mentre solo il 25 per cento ha fatto anche il “booster”. (AGI - Agenzia Italia)

Il tasso cala in Friuli (al 21%) e PA Bolzano (17%). Ma cresce anche in Calabria (20%), Campania (12%), Lombardia (17%), Piemonte (24%), Puglia (10%), Sardegna (14%), Toscana (21%). (Sky Tg24)

Il tasso nelle rianimazioni continua invece a crescere in quattro regioni: Abruzzo (al 19%), Friuli (23%), Marche (23%) e Toscana (22%). In 24 ore, però, il tasso è cresciuto in 9 regioni: Campania (26%), Friuli (27%), Lombardia (32%), Marche (27%), PA Trento (25%), Puglia (18%), Sicilia (33%), Toscana (23%), Umbria (31%). (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr