Formia / Elezioni, il Pd si presenterà con il simbolo. L'esultanza del candidato a sindaco Luca Magliozzi

Temporeale Quotidiano INTERNO

– “Ho una notizia importante da darvi: il simbolo del Partito Democratico è tornato a casa e sarà presente alle prossime elezioni comunali”.

Si chiude con una buona notizia la vicenda del centrosinistra che ha visto il Partito Democratico lacerato da una divisione interna

Il candidato nonché segretario del Pd di Formia ha avuto l’autorizzazione ad utilizzare il simbolo del Partito Democratico.

Adesso tutti insieme al lavoro con le nostre idee e i nostri valori per dare un futuro migliore alla nostra Formia”. (Temporeale Quotidiano)

La notizia riportata su altre testate

Cosa c'è dietro la riunione che ha portato alla candidatura di Luca Magliozzi a sindaco per il Pd. A giugno il senatore Bruno Astorre aveva congelato le attività con il simbolo del Pd: l’aveva fatto per evitare un bagno di sangue politico. (AlessioPorcu.it)

Inizia a comporsi il puzzle. E’ il centrosinistra a rompere gli indugi sulla scena politica fagnanese. Uniti ma non del tutto. Inoltre, a voler ben guardare alla possibile ri-unione del centrosinistra fagnanese mancano alcuni tasselli (malpensa24.it)

Francesco Pitaro condivide da tempo il percorso riformista ed il progetto politico tracciato dal nuovo segretario nazionale Enrico Letta, nonché l’impegno profuso dal partito provinciale sul territorio, e segnatamente nell’area centrale della Calabria, attraverso un’iniziativa politica e organizzativa incisiva ed efficace. (CatanzaroInforma)

Il Giornale fa dunque notare che la Procura di Firenze, che ha indagato con attenzione sui finanziamenti alla Open di Matteo Renzi, invece ignora Social Changes, così come le altre procure italiane (Il Sussidiario.net)

Il figlio niente di meno che Daria Bignardi, storica giornalista "d'area" progressista. "Dove Social Chanages prenda i soldi non lo sa nessuno - sottolinea il Giornale -, perché la fondazione non rivela i nomi dei sottoscrittori". (Liberoquotidiano.it)

Il segretario Letta ha accettato la proposta di Monica Lotto. La festa dell’Unità 2021 si chiuderà il 22 agosto con una speciale Agorà rivolta al tema della montagna. (L'Amico del Popolo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr