Missile colpisce nave iraniana in Mar Rosso – Corriere Marittimo

Missile colpisce nave iraniana in Mar Rosso – Corriere Marittimo
Corriere marittimo ESTERI

L'attacco potrebbe essere direttamente connesso con l'inizio, a Vienna, dei colloqui sul nucleare iraniano per un accordo Teheran - Washington

La nave si chiama Saviz - secondo la testata giornalistica israeliana "Times of Israele" - sembrerebbe impegnata in "attività di spionaggio" collegate alle Guardie Rivoluzionarie di Teheran.

L'emittente televisiva di stato israeliana, Kan, ha riferito che la Saviz sarebbe un "comando avanzato in mare" per conto dei Guardiani della Rivoluzione iraniani. (Corriere marittimo)

La notizia riportata su altre testate

Secondo il NYT, diversi canali di social media Telegram gestiti da membri del Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche hanno accusato Tel Aviv di essere dietro l'esplosione. Secondo quanto riferito, la nave è stata ormeggiata al largo dell'arcipelago di Dahlak nel Mar Rosso dal 2016 (Sputnik Italia)

Per quanto riguarda i ragazzi di 16 e 17 anni è stato chiarito che possono ricevere soltanto il vaccino Pfizer-BioNTech, poiché si tratta dell’unico farmaco approvato per gli under 18. Per loro sarà necessario il consenso dei genitori, ad eccezione di 16 e 17enni sposati o genitori a loro volta (LaPresse)

Teheran ha confermato che un'esplosione è avvenuta su una nave iraniana che navigava a largo del Gibuti. A riferirlo è il portavoce del ministero degli esteri iraniano Saeed Khatibzadeh. Stando alle prime informazioni, non sarebbero state riportate vittime . (Sputnik Italia)

Media: "Nave iraniana Saviz colpita da missile nel Mar Rosso"

Le autorità di Teheran non sembrano intenzionate a cavalcare le tensioni e si limitano a confermare l’apertura di un’inchiesta, senza accusare ufficialmente Israele. Che però, secondo il New York Times, avrebbe rivendicato l’azione presso l’amministrazione Usa, descrivendola come una rappresaglia per precedenti attacchi simili dell’Iran alle sue navi nel Golfo Persico. (Il Fatto Quotidiano)

Dopo l’incidente di Suez, questo nuovo attacco in un altro choke point, Bab el-Mandeb, riporta all’attenzione del mondo il problema del Mar Rosso nel passaggio dei mercantili Ufficialmente è registrata come una nave mercantile, ma in molti la definiscono una “nave madre” considerata una sorta di grande cellula mobile da cui i Pasdaran svolgono le loro operazioni navali nell’area del Mar Rosso e del Golfo Persico. (InsideOver)

Si trovava in quel tratto di mare - fra lo Yemen e la costa eritrea - già dal 2019, ha aggiunto l'emittente. La nave, ha aggiunto la testata, pare sia un'imbarcazione impegnata in "attività di intelligence" e legata alle Guardie Rivoluzionarie di Teheran (QUOTIDIANO.NET)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr