Vaccini ai professori, partita la campagna a Padova, Treviso e Venezia

Vaccini ai professori, partita la campagna a Padova, Treviso e Venezia
Corriere della Sera ECONOMIA

Per i bimbi che seguiamo è cambiato tanto, ma cerchiamo sempre di interagire nella massima naturalezza possibile nonostante dispositivi di protezione e igienizzazione.

Ho scoperto solo giovedì che avrei potuto sfruttare questa opportunità, e ho dato la mia adesione senza pensarci mezzo secondo».

Prime città a dare il via alle somministrazione delle dosi di vaccino sono state Padova, Treviso e Venezia (Corriere della Sera)

Su altri media

Poco prima delle 10 di venerdì, i vigili del fuoco sono intervenuti in via Vittorio Veneto a Padova per lo scontro tra due autovetture, una Bmw e una Golf: tre feriti. L'incidente è accaduto in via Vittorio Veneto sabato mattina. (Il Mattino di Padova)

Come sottofondo “luci a san siro” di Roberto vecchioni e Mina, una delle canzoni preferite del professore. Presenti oltre alla famiglia, agli amici, ai colleghi dell’Azienda Ospedaliera, rappresentanze del mondo istituzionale, dall’Università, al Comune, alle forze dell’ordine. (Il Mattino di Padova)

“Un cane per liberare le emozioni e aprire il cuore”, questo lo slogan del progetto selezionato dall’impresa sociale “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. (Il Mattino di Padova)

Suicida imprenditore dello spettacolo. Il fratello: «Niente lavoro, era preoccupato»

L'azienda ospedaliera di Padova vede ricoverati 73 pazienti attualmente affetti da Coronavirus di cui 14 in terapia intensiva, mentre un paziente è ricoverato all'ospedale Sant'Antonio in area non critica. (PadovaOggi)

In provincia Confesercenti rilancia i temporary shop, potrebbe essere una soluzione anche in città per arginare la decadenza commerciale? Di questo passo vedo uno svuotamento, prima del centro storico, poi dei quartieri e delle zone più periferiche». (Il Mattino di Padova)

L’imprenditore abitava ad Arquà Petrarca ed era noto e stimato per il suo lavoro in tutto il Veneto e oltre. «È un brutto periodo per molti, soprattutto ci sentiamo abbandonati a noi stessi» racconta Ermes «e di questo mio fratello Omar era molto preoccupato. (Il Mattino di Padova)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr