Coronavirus, terapie intensive "sparite" e caos test: ecco cosa non sta funzionando

AbruzzoLive SALUTE

Uno degli esempi riguarderebbe la Campania, che ha disposto le ordinanze più restrittive: prima del Covid aveva 335 posti letto di terapia intensiva.

Arcuri ora attende dai governatori indicazioni per poter procedere ulteriormente, mentre altri 5 milioni di tamponi sono già acquistati.

“In questi mesi alle Regioni abbiamo inviato 3.059 ventilatori polmonari per le terapie intensive, 1.429 per le subintensive. (AbruzzoLive)

Su altri media

I guariti e i dimessi sono 154, i morti sono 13 nelle ultime 24 ore, per un totale di 17.057 da inizio pandemia. Ieri i posti occupati erano 71 - in discesa - e oggi sono 96, con 25 ricoverati in più in 24 ore. (La Sicilia)

"Le terapie intensive sono cresciute del 35% rispetto a ieri arrivando a sfiorare le 100 persone. Spesso si sentono commenti come: "Ovvio, più tamponi si fanno più positivi ci sono". (Logos News)

Coronavirus, allarme terapie intensive: le regioni che rischiano di finire i posti (Di sabato 17 ottobre 2020) La corsa dei contagi da Coronavirus non si ferma e lo spettro del secondo lockdown aleggia sempre più minaccioso sull’Italia. (Zazoom Blog)

Anche rispetto all’impiego dei ventilatori polmonari, l'Emilia-Romagna fa sapere di non averli lasciati inutilizzati: «al contrario ha usato il 100% della strumentazione ricevuta dal Commissario». (Gazzetta di Parma)

Il piano di riordino della rete ospedaliera Covid, approvata dal Ministero lo scorso agosto, ha programmato l’implementazione dei posti letto in terapia intensiva, prevedendone l’incremento di ulteriori 66. (Info Media News)

Per fare un confronto sensato basta guar… - SaCe86 : Terapie intensive 'sparite' e test Che cosa non sta funzionando - (Zazoom Blog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr