Coronavirus nel Lazio, il bollettino di domenica 21 febbraio 2021: 1048 nuovi casi e 15 morti

Coronavirus nel Lazio, il bollettino di domenica 21 febbraio 2021: 1048 nuovi casi e 15 morti
Leggo.it INTERNO

Nella Asl di Frosinone si registrano 204 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare.

Nella Asl di Rieti si registrano 25 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto

Nella Asl Roma 2 sono 229 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. (Leggo.it)

Su altri media

A Roma i nuovi casi scendono sotto quota 400 e si fermano a 379 positivi rispetto ai 515 del giorno precedente Ieri pomeriggio si è tenuta la conferenza Stato Regioni e per il Lazio ha partecipato il vicepresidente Daniele Leodori. (Il Mattino)

Caos nelle diverse Regioni, ecco cosa sta succedendo. In Calabria, invece, il commissario straordinario Nino Spirlì aveva annunciato di voler chiudere le scuole per le vaccinazioni del personale scolastico, poi ci ha ripensato Vaccini docenti: nel Lazio si vorrebbero vaccinare i prof residenti. (Scuolainforma)

Altre due zone rosse nel Lazio per l'alta incidenza di casi di variante inglese. Coronavirus Roma, allarme variante inglese: chiusa una scuola a Garbatella di Valentina Lupia 20 Febbraio 2021 di Valentina Lupia (La Repubblica)

Vaccini nel Lazio per gli insegnanti, scoppia il caso dei residenti fuori regione

Nella Asl di Frosinone si registrano 204 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Nella Asl di Rieti si registrano 25 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto (Tuscia Web)

Ieri pomeriggio si è tenuta la conferenza Stato Regioni e per il Lazio ha partecipato il vicepresidente Daniele Leodori. «Il metodo resta questo - proseguono dalla Regione - se poi a livello nazionale si dovesse decretare la zona arancione per l’intero Paese, il Lazio si adeguerà». (Il Messaggero)

Quello del personale pendolare, dato che sono migliaia i docenti e i presidi in movimento da una regione all’altra, che sarà oggetto di un confronto tra le regioni e quindi si attendono soluzioni Restano però, appunto, questi nodi. (Corriere Roma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr