Ex candidato sindaco a Conegliano, No vax, ricoverato in terapia sub-intensiva con il Covid

Ex candidato sindaco a Conegliano, No vax, ricoverato in terapia sub-intensiva con il Covid
la tribuna di Treviso INTERNO

A settembre con l'omonima lista era stato candidato sindaco a Conegliano, la sua città, facendo diversi incontri con personaggi contrari a vaccini e green pass.

A inizio novembre era stato in pellegrinaggio a Medjugorje, con ogni probabilità lì è rimasto contagiato.

Si trova nel reparto di terapia sub intensiva dell'ospedale di Vittorio Veneto Lorenzo Damiano, 56 anni, leader del movimento "Norimberga 2", contro la " Dittatura sanitaria", con cui si era candidato sindaco a Conegliano quest'anno. (la tribuna di Treviso)

La notizia riportata su altre testate

Il contagio del 56enne, riferiscono i giornali locali, sarebbe avvenuto durante un pellegrinaggio a inizio novembre a Medjiugorje, a inizio novembre. Si sarebbe contagiato in un pellegrinaggio a Medjiugorje. (La Stampa)

Alle ultime elezioni comunali la sua sigla ha ottenuto il 2,78%. La Tribuna di Treviso ricorda che l’uomo si era recato negli ultimi tempi in pellegrinaggio a Medjugorje e al ritorno dai Balcani è risultato positivo al Coronavirus. (Open)

Fino a quando non si è reso necessario il trasferimento in ospedale di Vittorio Veneto a causa della bassa saturazione. Quattro i punti fondanti: No dittatura sanitaria, no Green Pass, libertà vaccinale e terapie mediche domiciliari. (Il Gazzettino)

Lorenzo Damiano, leader dei No vax in Veneto, in terapia sub intensiva: si è contagiato a Medjugorje

Nel suo attivismo No Vax, Damiano aveva mescolato posizioni anti-sistema, invocando una «Norimberga 2» contro i promotori delle vaccinazioni, con una sorta di fondamentalismo religioso e i consueti slogan contro la «dittatura sanitaria», No Green Pass, libertà vaccinale e terapie mediche domiciliari. (La Stampa)

In questi giorni i medici dell’ospedale di Vittorio Veneto stanno lottando contro il tempo per consentirgli di recuperare appieno le funzionalità polmonari dopo l’infezione Fino a quando non si è reso necessario il trasferimento in ospedale di Vittorio Veneto a causa della bassa saturazione. (Il Riformista)

Il contagio del 56enne, riferiscono i giornali locali, sarebbe avvenuto durante un pellegrinaggio a inizio novembre a Medjugorje, a. Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati (Il Mattino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr