Bologna, droga dello stupro nascosta in casa: arrestato fotografo

Bologna, droga dello stupro nascosta in casa: arrestato fotografo
il Resto del Carlino INTERNO

La scoperta l'hanno fatta i carabinieri della stazione di San Ruffillo con i colleghi del Nucleo operativo della Bologna centro i quali hanno arrestato un fotografo di 31 anni con cinque litri di Ghb (cinque bottiglie da un litro) e 55 grammi di Mefedrone (33 confezioni).

Bologna, 2 maggio 2021 - La droga dello stupro nascosta dentro casa.

Il fotografo deve rispondere di detenzione a fini di spaccio e importazione illegale di farmaci

L'uomo è stato accompagnamento in carcere, indagini in corso per capire se la droga sia stata utilizzata o detenuta a fini di spaccio. (il Resto del Carlino)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Tutte le iniziative sono state monitorate e seguite dall'imponente dispositivo di ordine e sicurezza pubblica predisposto dalla Questura, che ha previsto l'impiego di circa 300 uomini tra Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale. (BolognaToday)

I sindacati confederali con il sindaco in piazza Maggiore, i migranti in corteo da via Mattei, i sindacati di base in via Matteotti. In una fase in cui l'unità non è certo la caratteristica principale del mondo del lavoro, ognuno ha deciso di celebrare il Primo Maggio per conto suo. (La Repubblica)

Tutti rigorosamente senza mascherina. I promotori dell'iniziativa risponderanno anche per il mancato preavviso della manifestazione, previsto dalla legge nei 3 giorni precedenti (La Repubblica)

Bologna, Primo Maggio in piazza. Ma scatta l'allarme estrema destra

Saranno infine coinvolte anche Polstrada e Polfer, incaricate di monitorare gli ingressi su ruota e su rotaie dalle altre città o regioni Il punto 1 maggio a Bologna: cosa fare sabato. (il Resto del Carlino)

Una notte 'caldissima' dal punto di vista del caos e dei controlli in varie parti di Bologna e con le forze dell'ordine costrette agli straordinari per disperdere gli assembramenti: piazza Verdi, piazza San Francesco, piazza Puntoni su tutti. (Il Resto del Carlino)

Oggi Bologna celebra la festa dei lavoratori con distanziamento, non più di un centinaio di persone, e senza cortei, ma a differenza dell’anno scorso ci sarà un palco vero, con gli interventi dalle 10 dei tre sindacati confederali: Cgil, Cisl e Uil (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr