Migranti incendiano hotspot Pozzallo e fuggono. VIDEO Pozzallo

Migranti incendiano hotspot Pozzallo e fuggono. VIDEO Pozzallo
RagusaNews INTERNO

Alcuni migranti hanno appiccato il fuoco ad un cumulo di materassi, per protesta, all'interno del centro immigrati di Pozzallo.

Ingenti i danni causati alla struttura mentre alcuni clandestini si sarebbero dati alla fuga, dando prova dell'origine dolosa del piano attuato.

E' chiaro che i disordini si creano solo quando in struttura arrivano ceppi di migranti di nazionalità tunisina.

News Correlate Incendio all'hotspot di Pozzallo VIDEO. (RagusaNews)

Se ne è parlato anche su altri media

Incendio e fuga dal centro accoglienza di Pozzallo. Pozzallo, immigrati appiccano incendio nell’hotspot. «Quando arrivano dichiarano di avere meno di diciotto anni, ma nella maggior parte dei casi si tratta di maggiorenni in cerca di asilo», spiega un agente al Giornale. (Il Primato Nazionale)

Oggi questo cuore è stato tradito da pochi delinquenti che hanno appiccato il fuoco all’Hotspot, simbolo di una prima accoglienza della nostra terra di Sicilia e della nostra diocesi di Noto. Condanniamo senza appello ogni atto di violenza che, non solo non risolve i problemi, ma complica il lungo e impegnativo percorso di integrazione (Radio RTM Modica)

Pozzallo, rintracciati quasi tutti i 35 migranti fuggiti dopo l’incendio nel centro, Fsp Polizia: “Padiglione quasi del tutto inagibile. “E’ veramente un miracolo che nessuno sia rimasto ferito – aggiunge Mazzetti -, ma non possiamo continuare ad affidarci alla buona sorte (agenzia giornalistica opinione)

Sono stati gli extracomunitari ad appiccare le fiamme: hotspot distrutto - Pozzallo

“E’ veramente un miracolo che nessuno sia rimasto ferito – aggiunge Mazzetti -, ma non possiamo continuare ad affidarci alla buona sorte. Nella confusione generale 35 degli ospiti, molti condotti a Pozzallo da Lampedusa per il necessario periodo di quarantena, si sono allontanati, ma in serata erano già stati quasi tutti rintracciati. (RagusaOggi)

Nella notte 20 migranti sono stati trasferiti in località Cifali e una parte di loro sono stati collocati in apposite tende La prefettura di Ragusa ha già sanificato e allestito il vecchio padiglione destinato alle donne. (MeridioNews - Edizione Sicilia)

Sono stati gli extracomunitari ad appiccare domenica pomeriggio l’incendio che ha semidistrutto il padiglione centrale dell’hotspot del porto di Pozzallo. Attualmente nella struttura ci sono 78 migranti dopo che nella notte 20 persone sono state spostate nella struttura di accoglienza di Cifali, tra Ragusa e Comiso. (CorrierediRagusa.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr