Terza dose, in campo le farmacie - La Voce di Rovigo

Terza dose, in campo le farmacie - La Voce di Rovigo
La voce di Rovigo SALUTE

E questo vale soprattutto per chi vive nei piccoli centri che non sarà costretta a spostarsi dal proprio comune per raggiungere un hub vaccinale”

Nelle farmacie c’è chi ha prenotato i tamponi fino a dicembre: uno ogni 48 ore.

Per gli anziani ci sarà dunque la possibilità di ricevere la terza dose dui Pfizer o Moderna nella farmacia vicino a casa, dunque senza la necessità di recarsi agli Hub gestiti direttamente dalle Aziende socio-sanitarie. (La voce di Rovigo)

La notizia riportata su altri giornali

Il provvedimento dispone "una forte raccomandazione a sottoporsi alla vaccinazione antinfluenzale per soggetti di età superiore a 65 anni; medici e personale sanitario, sociosanitario di assistenza, operatori di servizio delle strutture di assistenza, anche se volontario; soggetti nella fascia d’età tra 60 e i 65 anni, anche attraverso il pieno coinvolgimento dei medici di medicina generale; bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 6 anni, anche attraverso il pieno coinvolgimento dei pediatri di libera scelta". (Il Lametino)

La stessa regione - che intanto ha sospeso le terze dosi anti covid in farmacia - ha però previsto la cosomministrazione dei sieri antinfluenzali e anti covid per alcune categorie. (MonzaToday)

Si tratta del primo accordo nazionale con la sanità privata per la campagna di vaccinazione contro l’influenza, dopo che la Liguria è stata la prima regione, pochi giorni fa, a stipulare un analogo accordo con le farmacie. (GenovaToday)

Vaccini, accordo con sanità privata per somministrazione di antinfluenzale e anti-Covid

Vaccino antinfluenzale gratuito: ecco per chi. La campagna di vaccinazione prevede il coinvolgimento dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta, che avranno anche un ruolo attivo nell’implementazione del sistema di sorveglianza epidemiologico “influnet”, che fa capo all’Istituto superiore di sanità. (LaC news24)

La stessa regione - che intanto ha sospeso le terze dosi anti covid in farmacia - ha però previsto la cosomministrazione dei sieri antinfluenzali e anti covid per alcune categorie. Quest'anno - per evitare il caos del 2020, quando l'antinfluenzale era stato praticamente introvabile per i ritardi negli acquisti - la regione ha già ordinato più di due milioni e mezzo di vaccini antinfluenzali (MilanoToday.it)

Si tratta del primo accordo nazionale con la sanità privata per la campagna di vaccinazione contro l’influenza, dopo che la Liguria è stata la prima regione, pochi giorni fa, a stipulare un analogo accordo con le farmacie. (Primocanale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr