Banca MPS in grande rialzo dopo risoluzione contenzioso con Fondazione

ilmessaggero.it ECONOMIA

1 Minuto di Lettura. Giovedì 22 Luglio 2021, 09:30. . . . (Teleborsa) - Ottima la performance dell'istituto di Rocca Salimbeni, che si attesta a 1,181 con un aumento del 5,82%.

A livello operativo si prevede un proseguimento della seduta all'insegna del toro con resistenza vista a quota 1,194 e successiva a 1,217.

Supporto a 1,172

A sostenere il titolo è la notizia, diffusa ieri sera a mercato chiuso, che la Fondazione Monte dei Paschi di Siena e la Banca Monte dei Paschi di Siena hanno raggiunto un accordo per mettere fine alla vertenza stragiudiziale da 3,8 miliardi di euro. (ilmessaggero.it)

Ne parlano anche altri giornali

Penso che gli effetti positivi siano anche per la banca», ha dichiarato il presidente della Fondazione, Carlo Rossi. Ieri l'istituto diretto da Guido Bastianini ha raggiunto un'intesa transattiva con il suo ex azionista di maggioranza sulle richieste risarcitorie da 3,8 miliardi. (Milano Finanza)

Alessandro Lorenzini 22 luglio 2021 a. a. a. Via libera all’accordo fra Fondazione Monte dei Paschi e banca per le azioni risarcitorie relative agli aumenti di capitale che, di fatto, causarono il depauperamento del patrimonio di Palazzo Sansedoni. (Corriere di Siena)

In apertura segna +0,59 per cento. A fronte di richieste per 3,8 miliardi, ci sarà un pagamento di 150 milioni di euro da parte della banca, che si è anche impegnata a valorizzare il patrimonio artistico della banca (Rai News)

Nell'accordo preliminare definito con l'assistenza dei rispettivi legali e approvato dalla Deputazione Amministratrice della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, la Banca Monte dei Paschi di Siena si impegna a sottoporre alla deliberazione del prossimo Consiglio di Amministrazione della Banca, che si terrà il 5 agosto 2021, una transazione che definisce in maniera conclusiva ogni contenzioso in essere. (Yahoo Finanza)

Per effetto dell’accordo preliminare la Fondazione otterrà, tra l’altro, il pagamento di 150 milioni di euro e impegni sulla valorizzazione del patrimonio artistico della Banca. L’accordo preliminare consente alla Banca di ridurre le richieste risarcitorie per un ammontare pari a 3. (LA NAZIONE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr