Slovacchia, ultimo giorno del Papa: messa a Sastin. Rientro a Roma previsto alle 15.30

Slovacchia, ultimo giorno del Papa: messa a Sastin. Rientro a Roma previsto alle 15.30
Approfondimenti:
Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente ESTERI

Il santuario di Sastin è anche conosciuto con il nome di Basilica dei Sette Dolori della Vergine Maria. BRATISLAVA – Ultimo giorno di lavori per Papa Francesco in Slovacchia.

Il 22 aprile 1927 Pio XI dichiarò la Vergine dei Sette Dolori patrona della Slovacchia.

Il 10 novembre 1732 la statua venne dichiarata miracolosa.

Oggi il Papa si trasferisce in auto di primo mattino al Santuario Nazionale di Sastin, 71 chilometri a Nord di Bratislava, nella regione di Trnava (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

Ne parlano anche altre testate

Nessuno può isolarsi, come singoli e come nazioni La sola ripresa economica non è sufficiente in un mondo dove tutti siamo connessi, dove tutti abitiamo una terra di mezzo». (Corriere della Sera)

“Non banalizziamo – aggiunge - l’amore, perché l’amore non è solo emozione e sentimento, questo semmai è l’inizio. “Nessuno – dice Francesco (nella foto) - nella Chiesa deve sentirsi fuori posto o messo da parte. (AsiaNews)

Papa Francesco è arrivato nel Santuario nazionale di Sastin, a 7o chilometri da Bratislava, dove si venera la Madonna dei Dolori, patrona della Slovacchia la cui festa si celera proprio il 15 settembre . (Servizio Informazione Religiosa)

Papa in Slovacchia: messa a Sastin, "restare sotto la croce è la prova della compassione"

13 settembre 2021 Link Embed. https://video.repubblica.it/mondo/papa-francesco-in-slovacchia-l-europa-mostri-solidarieta-e-tornera-al-centro-del-mondo/395858/396566 Copia (Repubblica TV)

Lunedì 13 Settembre 2021, 12:50 - Ultimo aggiornamento: 13:14. Poi guardando le suore scherzando ha aggiunto: «Sono loro, le suore le vittime delle nostre prediche lunghe». (ilmessaggero.it)

(Foto Vatican Media/SIR). “Questa è la prova della compassione: restare sotto la croce. Restare col volto segnato dalle lacrime, ma con la fede di chi sa che nel suo Figlio Dio trasforma il dolore e vince la morte”. (Servizio Informazione Religiosa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr