La trappola dei pagamenti. I contanti stravolgono il 730

il Giornale ECONOMIA

Anche in questo caso, dal 1° gennaio 2020 c'è l'obbligo di allegare documentri tracciabili per la detrazione fiscale

Come ormai si sa, dal primo giorno di quest'anno è diventato obbligatorio il pagamento tracciabile con carte, versamenti postali, assegni o circolari a discapito dei contanti.

Italia indietro. Questa disposizione riguarda tutte le situazioni in cui è prevista una detrazione del 19%: ovviamente, se non si useranno pagamenti elettronici o tracciabili si potrà dire addio al risparmio. (il Giornale)

Se ne è parlato anche su altri media

PressGiochi Nel mese di gennaio 2021, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 36.508 milioni di euro, con una aumento di –1.179 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-3,1%). (http://www.pressgiochi.it/)

Le imposte dirette si attestano a 252.572 milioni di euro (+23 milioni di euro) e le imposte indirette risultano pari a 194.224 milioni di euro (-25.206 milioni di euro, pari a –11,5%). Nel corso del 2020, secondo i dati di competenza, con 3.208 mln rispetto ai 6.591 del 2019 si perdono entrate per 51,3% (+3. (http://www.pressgiochi.it/)

Spese veterinarie in contanti: la risposta al lettore. Detto ciò, noi di InvestireOggi riteniamo che nel suo caso specifico sarà possibile detrarre la spesa per i farmaci veterinari, anche se pagata in contanti. (InvestireOggi.it)

Arrivano novità sul fronte tasse per gli italiani che nel corso dei prossimi mesi saranno chiamati a pagare le cartelle esattoriali e i pagamenti arretrati nei confronti del Fisco. Tasse e Fisco, garantito lo stop almeno sino a fine Aprile. (Tecno Android)

Nessuna detrazione, quindi, con sistemi di pagamento in contanti. Anche le spese mediche rientrano tra le detrazioni che si perdono se si paga in contanti e non con strumenti tracciabili? (Notizie - MSN Italia)

La risposta n°150 del 4 marzo: Iva erogazioni Covid-19. Con la risposta n°150 del 4 marzo, l’Agenzia delle entrate ha analizzato un caso specifico relativo alla detrazione Iva per alcuni beni ceduti a titolo gratuito nell’ambito dell’art. (InvestireOggi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr