Atp Finals di Torino, il tennis e la macchina del tempo

La Repubblica SPORT

Con la finale vinta dopo appena un'ora e un quarto da uno spietato picchiatore, Alexander Zverev, su un distratto e a tratti sperduto in chissà quali pensieri Daniil Medvedev, il tennis mondiale è salito su una macchina del tempo per un viaggio in due direzioni opposte.

Da una parte c'è la presa di potere della generazione "due metri"

Nel futuro e nel passato.

(La Repubblica)

Su altre fonti

Sta di fatto che in questa storia c’è comunque un lieto fine, di sicuro per l’orologio Teniamo a precisare: nessuna responsabilità sembra essere attribuibile al dirigente che realmente stava riportando l’oggetto del contendere presso la residenza monegasca di Medvedev. (Ubi Tennis)

Mentre il tennista era impegnato sul campo infatti gli è stato sottratto il suo orologio, il rarissimo "Bovet OttantaSei" dal costo di 200mila euro. Daniil Medvedev (Ansa). Un dirigente delle Atp, dal nome ancora sconosciuto, si era incaricato di riconsegnare al giocatore l’orologio, ma nel frattempo Daniil Medvedev aveva lasciato Torino per fare ritorno a Montecarlo (Leggo.it)

Sono 25 i Daspi assegnati dalla Digos agli ultras juventini facenti parte dei gruppi “Tradizione Antichi Valori” e “Bravi Ragazzi”. A seguito di un’articolata indagine svolta dalla Polizia di Stato sono stati denunciati 25 ultras della Juventus per resistenza a pubblico ufficiale aggravata, travisamento e lancio di oggetti pericolosi durante il derby torinese dello scorso 2 ottobre. (Torino Top News)

Il tennista n.2 al mondo ne ha denunciato alla polizia la scomparsa dagli spogliatoi del Pala Alpitour subito dopo la finale delle Atp Finals giocata e persa contro il tedesco Alexander Zverev, facendo scattare una meticolosa indagine della Squadra Mobile che ha portato al suo ritrovamento. (La Gazzetta dello Sport)

L’uomo è stato fermato mentre si stava imbarcando in aereo ed è stato convocato in questura Un dirigente delle Atp infatti si è incaricato di riconsegnarlo al giocatore che nel frattempo aveva lasciato Torino per tornare a Montecarlo. (Corriere della Sera)

I margini nel suo gioco sono molteplici, specialmente dal punto di vista fisico, mentre sotto il profilo tecnico alcuni miglioramenti si vedono. Sinner sta comprendendo come la chiusura anticipata del punto, per un giocatore dalle sue caratteristiche, sia un’esigenza importante per conferire al suo tennis maggior imprevedibilità. (OA Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr