BMW controtendenza? A Monaco si continua lo sviluppo dei motori termici

F1inGenerale ECONOMIA

Molte case stanno pian piano abbandonando i motori termici per lasciar spazio alle vetture elettriche.

Le parole di Weber. “Ecco perché stiamo lavorando su una nuova generazione di motori: benzina, diesel, sei cilindri, otto cilindri.

BMW ha deciso di continuare lo sviluppo dei motori termici, lavorando ad una nuova generazione di propulsori che lasciano ancora una speranza ai “tradizionalisti”. BMW non abbandonerà in questi anni lo sviluppo dei motori “tradizionali”. (F1inGenerale)

Se ne è parlato anche su altri giornali

BMW sta lavorando a una nuova generazione di motori benzina e Diesel, sei otto cilindri”. E’ il caso di BMW, che pur con un imponente piano industriale dedicato alle vetture a batteria, con 10 milioni di auto elettriche e plug-in consegnate entro il 2030, lascia aperta la porta ai motori termici. (Auto.it)

Senza andare troppo lontani per definire il mercato perfetto per questo genere di motori, sicuramente Dubai, con il prezzo della benzina a 60 centesimi, è probabilmente uno dei paesi più indicati per questi propulsori. (Tom's Hardware Italia)

Leggi anche: BMW continuerà a sviluppare nuovi motori a combustione interna. L’idea di BMW è quella di contribuire all’abbattimento delle emissioni percorrendo due strade che non sono necessariamente in contrasto l’una con l’altra. (QN Motori)

Per conciliare i requisiti in materia di emissioni da un lato e i requisiti di prestazione dall’altro, abbiamo esaminato l’intero ciclo e abbiamo trovato un approccio promettente. (FormulaPassion.it)

Mentre la BMW continua a investire nei motori a combustione interna, Audi sta adottando un approccio diverso “Con il solo motore a sei cilindri, stiamo riducendo le emissioni di CO2 in modo più massiccio di quanto non sia stato con un cambio generazionale. (Target Motori)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr