A Venezia tornano le grandi navi e le proteste

A Venezia tornano le grandi navi e le proteste
la Repubblica INTERNO

Venezia ha vissuto una giornata complicata a pelo d'acqua anche a causa delle aggressioni sempre più frequenti da parte dei residenti al personale dell'Actv, l'azienda di trasporto pubblico lagunare

Alle Zattere si sono schierati centinaia di aderenti al movimento No Grandi Navi, che hanno issato cartelli con slogan come "Fuori le navi dalla laguna" e "No alla monocultura turistica", lanciando bordate di fischi nel momento in cui è transitata l'imbarcazione (in anticipo sui tempi previsti). (la Repubblica)

La notizia riportata su altre testate

È salpata ieri pomeriggio, poco dopo le 16, dalla stazione marittima del Tronchetto di Venezia la prima nave da crociera. Ai fischi dei No navi presenti alle Zattere si sono infatti contrapposti gli applausi di decine di persone che vivono grazie al porto, presenti a San Zaccaria (Oggi Treviso)

L'Italia nell'ultimo anno ha dimostrato di agire da leader guidando la ripartenza del settore post pandemia, organizzando e gestendo il ritorno della crocieristica in piena sicurezza e facendo scuola con i suoi protocolli in tutto il mondo. (Avvenire)

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati. LA PROTESTAVENEZIA Se da un lato c'era Sweet dreams degli Eurythmics che in un passaggio dice Alcuni di loro vogliono usarti, dall'altro c'era Con te partirò di Bocelli. (Il Gazzettino)

Prima crociera dopo 17 mesi: applausi dei lavoratori, protesta "No grandi navi"

La biologa che con la barchetta a remi tenta di fermare le navi da crociera: "Venezia è troppo bella per lasciarla distruggere da questi giganti" di Vera Mantengoli. Jane Da Mosto mentre rema nel canale di Venezia: la foto è stata scattata da Michele Gallucci. (La Repubblica)

Eccolo. ***. Il ritratto di Jane da Mosto: Carlo Mion per Venetians Jane da Mosto nello scatto di Carlo Mion. Jane da Mosto è arrivata a Venezia per amore Il bellissimo scatto di Michele Gallucci in occasione della protesta contro il passaggio di una MSC in bacino San Marco. (La Nuova Venezia)

a partenza della Msc Orchestra da Venezia segna la fine di 17 mesi di blocco delle attività del porto passeggeri di Venezia, che a pieno regime impiega circa 1.700 addetti e può ospitare anche cinque navi per volta. (ilgazzettino.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr