Ciro Grillo, la presunta vittima già violentata in Norvegia? "In tenda da un amico, mentre dormiva"

Ciro Grillo, la presunta vittima già violentata in Norvegia? In tenda da un amico, mentre dormiva
Liberoquotidiano.it INTERNO

La presunta vittima avrebbe riferito solo questo episodio, senza menzionare la precedente violenza subita.

29 aprile 2021 a. a. a. Il caso Ciro Grillo si complica.

Quest’ultima, quindi, è stata convocata nell’autunno del 2019 a testimoniare, per verificare e accertare quanto denunciato dalla presunta vittima di Grillo.

Successivamente – come riportato da La Verità - sarebbe stata la presunta vittima a entrare nei dettagli di quanto successo nel Paese d’origine, raccontando che, mentre dormiva in tenda, si sarebbe svegliata all'improvviso perché l'amico con cui era in vacanza la stava penetrando. (Liberoquotidiano.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il riferimento è al silenzio, davvero assordante, degli ambienti grillini e paragrillini, da sempre giustizialisti, da sempre manettari, da sempre pronti ad alimentare la cultura del sospetto contro chiunque. (il Giornale)

Poi è andata a dire che sono stato io a prenderla per la gola”, rincara la dose Lauria in merito al presunto stato di alterazione della ragazza causato dall’alcool al momento del rapporto. L’ultima notizia in merito arriva dall’avvocato Paolo Costa che ha rinunciato al mandato sul caso. (Leggilo.org)

Questo significa, si badi bene, non che si sia assolutamente certi che non ci sia stato stupro, ma che, parimenti, non si sia neanche certi del contrario. Occorre meno ideologia e fanatismo e più scienza, più deduzione logica, più studio e fiducia nel lavoro dei magistrati (LA NOTIZIA)

Caso Grillo, lascia un difensore: divergenze sull’intervista

Beppe Grillo sembra essere il caso emblematico di questa diffusa tendenza tra i genitori a proteggere i figli a oltranza e, di conseguenza, a deresponsabilizzarli anche da adulti. In questa situazione i genitori hanno una consistente responsabilità, poiché spesso sono i primi a non redarguire mai i figli come dovrebbero (The Vision)

Nuovo colpo di scena nell’inchiesta per il presunto stupro di gruppo che avrebbe tra i protagonisti Ciro Grillo, figlio del comico e fondatore del M5S, Beppe. S.J., la giovane di origini norvegesi che ad una settimana dal presunto stupro di gruppo ha sporto denuncia contro i quattro ragazzi genovesi, dopo essersi fatta controllare alla clinica Mangiagalli di Milano, sarebbe stata presa a "schiaffi sulla schiena e sulle natiche". (Sputnik Italia)

Gli altri ragazzi indagati sono Francesco Corsiglia ed Edoardo Capitta, oltre a Ciro Grillo. «Ho rinunciato al mandato per divergenze col mio assistito sulla condotta extraprocessuale da tenere, specie in processi come questo», ha detto all'Ansa l'ex difensore. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr