Inflazione Usa a maggio sopra le attese. Deludono i dati sull'occupazione

Inflazione Usa a maggio sopra le attese. Deludono i dati sull'occupazione
Milano Finanza ECONOMIA

In risposta ai dati su inflazione e occupazione, i Futures degli indici di Wall Street procedono contrastati ma tendenzialmente vicini alla parità

L'inflazione degli Stati Uniti cresce più di quanto previsto dal consenso degli economisti, registrando a maggio in incremento su base mensile dello 0,6%.

Lo ha reso noto il dipartimento del Lavoro di Washington, che ha anche registrato come l'indice dei prezzi al consumo sia cresciuto anno su anno del 5%. (Milano Finanza)

Su altre fonti

orre l'inflazione negli Stati Uniti oltre le attese: a maggio su base annuale ha registrato un rialzo del 5%, contro il 4,2% precedente, e oltre le attese del 4,7%. Si tratta dell'aumento più sostenuto da agosto 2008. (AGI - Agenzia Italia)

E questo, piaccia o no, nei prossimi undici mesi non potrà che contare anche nel palazzo della Bce Lo avevano anticipato Fabio Panetta, l’italiano nell’esecutivo della Bce, e il governatore della Banque de France François Villeroy de Galhau. (Corriere della Sera)

Secondo James Knightley, chief economist di ING, "un’altra grande sorpresa per l’inflazione Usa alimenta ulteriori dubbi sulle affermazioni della Fed, secondo cui tutto questo sarebbe transitorio, al punto che la Banca centrale Usa dice che la politica monetaria potrebbe rimanere ultra-accomodante per altri tre anni”. (Investing.com)

La Bce conferma il supporto ai mercati: la politica monetaria resta "molto accomodante"

L’attenzione ora è rivolta al tono che verrà utilizzato da Christine Lagarde, presidente della Bce, nella conferenza stampa in programma alle 14:30 L'istituto centrale, come da attese, ha lasciato i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,50%. (Yahoo Finanza)

L’indice dei prezzi dei biglietti aerei è aumentato di nuovo, riportando un rialzo del 7%, dopo il +10,2% di aprile. Alla fine della tanto attesa revisione del PEPP, la BCE ha confermato che manterrà un ritmo ‘significativamente’ più veloce di acquisti per il prossimo trimestre. (Finanzaonline.com)

Per questo, ha spiegato la presidente Christine Lagarde in conferenza stampa, in questo momento "una stretta sarebbe prematura e creerebbe dei rischi". (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr