La Sicilia resta in zona gialla ma non sarà sola: le regioni che potrebbero entrare in zona gialla da lunedì

La Sicilia resta in zona gialla ma non sarà sola: le regioni che potrebbero entrare in zona gialla da lunedì
Thesocialpost.it INTERNO

Anche per i ricoveri in terapia intensiva si vede un calo, dal 13,8 all’11,8%

I dati e le regioni che passano dalla zona bianca alla zona gialla. A suggerire che il destino della Calabria sia quello di passare dalla zona bianca alla zona gialla, è l”ultimo aggiornamento dei dati Agenas.

La Sicilia resta in zona gialla ancora per altri 15 giorni, tenuta quindi a rispettare l’obbligo di mascherina anche all’aperto e la capienza limitata per gli stadi e anche per gli spettacoli all’aperto. (Thesocialpost.it)

Ne parlano anche altre fonti

Crotone: CASI ATTIVI 412 (15 in reparto, 0 in terapia intensiva, 397 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 7372 (7263 guariti, 109 deceduti). Reggio Calabria: CASI ATTIVI 2148 (81 in reparto, 5 in terapia intensiva, 2062 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 26.328 (25.952 guariti, 376 deceduti). (Il Lametino)

– Crotone: CASI ATTIVI 412 (15 in reparto, 0 in terapia intensiva, 397 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 7372 (7263 guariti, 109 deceduti). Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i casi positivi sono così distribuiti:. (Approdo Calabria)

Il passaggio alla zona gialla non comporta comunque grandi differenze Migliora innvece la situazione in Sardegna, rimasta per settimane sorvegliata speciale che ora sembra aver scongiurato il passaggio di colore. (leggo.it)

Covid, cresce la pressione sugli ospedali: Calabria a rischio zona gialla

Altri reparti ospedalieri: 5% Le soglie del 20% in terapia intensiva e del 30% in area medica non critica si sono allontanate sempre di più. (IL GIORNO)

L’Asp di Reggio comunica 113 nuovi casi di cui 3 residenti fuori regione Cosenza: CASI ATTIVI 1579 (46 in reparto, 6 in terapia intensiva, 1.527 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 25047 (24.424 guariti, 623 deceduti). (Il Reggino)

Dunque, tutti e tre gli indicatori (dati aggiornati al 13 settembre) superano le soglie critiche per il passaggio da zona bianca a gialla. Inoltre, per quanto riguarda la campagna vaccinale, la Calabria resta in penultima posizione nella classifica nazionale nel rapporto tra dosi somministrate e dosi consegnate: l’83,2%, a fronte di una media nazionale dell’88,3% (Il Vibonese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr