Il Prosek avanza in Ue, Italia pronta alle barricate

Il Prosek avanza in Ue, Italia pronta alle barricate
Gazzetta di Parma INTERNO

La domanda di registrazione della menzione tradizionale «Prosek» presentata dalle autorità croate avanza tra le proteste italiane.

Lo ha confermato il Commissario Ue all’agricoltura Janusz Wojciechowski rispondendo a un’interrogazione presentata da europarlamentari di tutti gli schieramenti.

Oggi Zagabria chiede di registrare una «menzione tradizionale», che non è una Dop ma un modo di proteggere nomi ad essa legati. (Gazzetta di Parma)

Ne parlano anche altri giornali

È una vergogna assoluta, se rinunciamo al nome della denominazione più grande al mondo". Il Prosecco ha avutgo un incremento delle vendite oltre confine vertiginoso negli ultimi anni che ne consolidano la leadership a livello mondiale in termini di volumi esportati davanti a Champagne e Cava. (VicenzaToday)

Un vero e proprio inganno, aggiunge il responsabile del settore vitivinicolo della Coldiretti Fvg Marco Malison. E se ieri, a parlare di “atteggiamento schizofrenico” era stato l’assessore della Regione Veneto, Federico Caner, oggi arriva anche la voce del collega del Friuli Venezia Giulia. (Friuli Oggi)

Solo pochi giorni fa la Corte di Giustizia Europea era stata molto chiara intervenendo sulla querelle fra Francia e Spagna sul caso Champanillo. La produzione di Prosecco abbraccia due regioni (Veneto e Friuli Venezia Giulia), nove province e tre denominazioni d’origine (Prosecco Doc, Prosecco di Conegliano Valdobbiadene Docg e Asolo Prosecco Docg) per una produzione complessiva che ha superato 600 milioni di bottiglie dopo aver incassato nel 2019 il riconoscimento Unesco per le Colline del Prosecco (WineNews)

Il Prosek croato registrato in UE farà concorrenza alle bollicine italiane

E' guerra delle bollicine fra Italia e Croazia. Due mesi per opporsi. La Commissione europea ha valutato "la conformità ai requisiti di ammissibilità e validita'" della "domanda di protezione della menzione tradizionale Prosek presentata dalla Croazia" e "procederà ora alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea" (Il Giorno)

La Commissione Ue pubblicherà sulla Gazzetta Ufficiale Ue la domanda di registrazione della menzione tradizionale «Prošek» presentata dalle autorità croate, considerandola quindi ammissibile. Ora le parti interessante hanno due mesi di tempo dalla data di pubblicazione per presentare un’obiezione motivata e bloccare così il processo. (Corriere della Sera)

editato in: da. Il “Prosek” croato farà concorrenza al Prosecco italiano: la Commissione europea infatti ha dato il via libera alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della UE della domanda di registrazione di questo marchio, destinato a creare confusione con il noto vino italiano. (QuiFinanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr