Reazione Treasury composta, ma con inflazione Usa che scotta dollaro a 1,16/1,18 entro giugno

Notizie - MSN Italia ECONOMIA

"Da ciò consegue un potenziale apprezzamento del dollaro fino in area 1,16/1,18 (oggi cross euro/dollaro a 1,20874, +0,20% ndr) entro giugno

Tre elementi legati alla riapertura rappresentano, infatti, la metà dell'aumento totale dell'inflazione core: alloggio (+7% mese su mese), biglietto aereo (+10%) e auto usate (+10%).

Escludendo queste componenti, possiamo dire che l'inflazione abbia avuto una ripresa solida, ma non troppo preoccupante per la Fed", ha sottolineato Frank Rybinski, Chief Macro Strategist di Aegon Asset Management. (Notizie - MSN Italia)

La notizia riportata su altri media

L’inflazione negli Stati Uniti supera le previsioni: i prezzi al consumo sono saliti del +0,8% nel mese di aprile 2021, e del +4,2% rispetto ai 12 mesi precedenti. Da allora la ripresa è stata costante, e nell’arco di un anno è tornato intorno ai $65 a barile. (Starting Finance)

Eppure, dato il buon supporto della qualità del credito, qualsiasi allargamento sostanziale negli spread potrebbe rappresentare un’opportunità di acquisto, a nostro avviso Tuttavia, il consenso sulle politiche accomodanti all’interno della Fed potrebbe venire meno anche prima, se vi fossero segnali sufficienti di solidità economia a breve termine nelle prossime settimane. (lamiafinanza)

Si tratta dell’incremento dei prezzi al consumo più marcato dal 2008, l’anno di Lehman Brothers. Leggi su formiche. (Di giovedì 13 maggio 2021) Janet Yellen, segretario al Tesoro americano, non può certo sorridere. (Zazoom Blog)

Tendenzialmente, anche se non sempre, le valutazioni salgono quando l'inflazione è bassa ma in aumento. Se l'inflazione è alta e in aumento o bassa e in calo, questo tende ad essere negativo per il mercato azionario”. (Advisoronline)

È allarme sui mercati dopo il balzo del 4,2% dell'inflazione Usa a aprile. "I mercati", ha aggiunto, "si fidano abbastanza delle banche centrali che hanno detto che l'aumento dell'inflazione sarà temporaneo. (AGI - Agenzia Italia)

Sui mercati è in atto un riposizionamento. I mercati non hanno reagito bene all’aumento dell’inflazione. “I mercati”, ha aggiunto, “si fidano abbastanza delle banche centrali che hanno detto che l’aumento dell’inflazione sarà temporaneo. (EOS Sistemi avanzati scrl)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr