Omicidio Comeana: Pratese: fermato un uomo, avrebbe partecipato a aggressione

Controradio SALUTE

Sia la vittima che i suoi presunti aggressori erano conosciuti alle forze dell’ordine per vari motivi, legati soprattutto a condotte violente

Ricerche sono in corso del secondo presunto aggressore, un uomo di cui gli inquirenti conoscono l’identità.

Un interrogato alla presenza degli avvocati difensori Mattia Alfano e Massimo Nistri, avrebbe confermato di aver partecipato alla lite sfociata poi nel delitto ma che non sarebbe stato lui a sparare. (Controradio)

La notizia riportata su altre testate

L'uomo, di professione imbianchino, giovedì era insieme al presunto assassino di Gianni Avvisato, il personal trainer di 38 anni ucciso giorni fa sulla porta di casa con un colpo di pistola. Per quest'ultimo reato il ricercato era stato condannato in via definitiva per 20 anni (Toscana Media News)

La pistola, una calibro 9, usata dall’assassino non è stata ancora rintracciata dai carabinieri. A casa di Andrea Costa non è stata trovata. (La Nazione)

Stamani, nel corso dell’interrogatorio di garanzia, l’imbianchino fermato 12 ore dopo l’omicidio, si è avvalso della facoltà di non rispondere. I difensori del 39enne hanno chiesto al giudice di modificare la misura cautelare dall’arresto in carcere – dove l’imbianchino si trova tuttora – ai domiciliari (tvprato.it)

Aveva cambiato diverse case negli ultimi anni. Il padre di Gianni Avvisato, Giovanni, era finito al centro di una inchiesta della procura di Firenze del 2012 insieme a Marrucci (La Nazione)

I vicini di casa hanno sentito almeno uno sparo e avrebbero visto due persone che subito dopo sarebbero scappate a piedi. “Aiuto, aiuto, mi hanno sparato”. (Zoom24.it)

Forse sono stati due ex amici. I due sospettati sono residenti a Firenze nel quartiere popolare dell’Isolotto dove anche la vittima aveva vissuto ed era molto conosciuto (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr