Agguato nel Salento, ucciso ex maresciallo dei carabinieri

Agguato nel Salento, ucciso ex maresciallo dei carabinieri
Adnkronos INTERNO

L'uomo è stato freddato per strada a colpi d'arma da fuoco in una contrada di Copertino, in provincia di Lecce. Un maresciallo dei carabinieri in quiescenza da alcuni mesi, Silvano Nestola, 46 anni, è stato ucciso per strada a colpi d'arma da fuoco in una contrada di Copertino, in provincia di Lecce.

Indagano i carabinieri del Comando provinciale Gli inquirenti mantengono uno strettissimo riserbo. (Adnkronos)

Ne parlano anche altre testate

L’ex maresciallo del Comando provinciale di Lecce, sarebbe stato così investito dai colpi di fucile, di cui quattro andati a segno, fatali. Giallo a Copertino, ex carabiniere ucciso davanti al figlio: caccia all’uomo. (Virgilio Notizie)

I carabinieri del Reparto Operativo di Lecce, nelle scorse ore hanno eseguito una serie di perquisizioni seguendo una pista ben precisa arrivando San Donaci. L’ex maresciallo, riformato da settembre per motivi di salute prima di passare al reparto informativo di lecce, aveva svolto servizio a S. (TeleRama News)

Il militare che, a settembre era stato riformato per problemi di salute, è stato raggiunto, mentre si trovava dalla sorella con il figlio di 10 anni, da alcuni colpi di fucile che lo hanno ucciso sul colpo. (LecceSette)

Ex maresciallo dei carabinieri freddato a colpi d'arma da fuoco

Dal luogo dell’omicidio sarebbe stato visto scappare un uomo che indossava un cappuccio e che viene ora ricercato L’ex maresciallo dei carabinieri Silvano Nestola, 46 anni, è stato ucciso a colpi di pistola in strada a Copertino, in provincia di Lecce (Il Fatto Quotidiano)

L’ex maresciallo, riformato da settembre per motivi di salute prima di passare al reparto informativo di lecce, aveva svolto servizio a S.Pietro Vernotico Quattro persone, tutte appartenenti allo stesso nucleo familiare, sarebbero padre, madre, figlia ed ex marito di questa, sono state condotte a Lecce per essere interrogate. (TeleRama News)

I carabinieri della locale stazione e i colleghi del reparto operativo di Lecce, unitamente ai militari del Ros, indagano su quanto accaduto leggi anche Elena parla a telefono con la mamma, Giovanni convinto ad uccidere per amore. (Il Caudino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr