West Nile, identificati primi due contagi nel territorio cremonese

West Nile, identificati primi due contagi nel territorio cremonese
CremonaOggi SALUTE

“L’ultimo bollettino dell’Istituto Superiore di sanità certifica che c’è stato un aumento dei casi che sono più che raddoppiati” spiega Vezzosi.

A renderlo noto è Ats Val Padana, che dall’inizio dell’emergenza sta attuando una strettissima sorveglianza sanitaria.

In altri casi ci sono forme più gravi, neuroinvasive, che portano a debolezza muscolare, disorientamento, tremori, disturbi alla vista, torpore convulsione, fino alla paralisi e al coma

Identificati tra ieri e oggi i primi due casi di West Nile Virus sull’uomo in provincia di Cremona (CremonaOggi)

Su altre testate

Dall’inizio di giugno 2022, sono state confermate 94 persone contagiate (42 la settimana prima), di cui 55 hanno avuto una forma grave e neuro-invasiva, mentre 7 sono morte". Lo indica il bollettino, aggiornato al 2 agosto, realizzato dall’Istituto Superiore di Sanità sull’attività di sorveglianza del virus West Nile, per il quale non esiste un vaccino e che "nei casi più gravi, circa 1 su mille può causare un’encefalite letale". (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Aumenta il numero di casi di West Nile virus: da giugno di quest’anno sono 94, di cui oltre la metà si sono manifestati della forma neuro invasiva. Lo ha comunicato l’Istituto Superiore di Sanità (Iss) con un report riguardante l’attività di sorveglianza nei confronti del virus del West Nile. (Virgilio Notizie)

Secondo l’Istituto superiore di sanità (Iss) i casi di West Nile virus in Italia «sono più che raddoppiati nell’ultima settimana». Il West Nile Virus è stato isolato per la prima volta in Uganda nel 1937 nell’omonimo distretto di West Nile. (Open)

West Nile, il virologo Palù: «Circolerà fino a Settembre e prevediamo un aumento dei casi». Come si trasmette

Attualmente sono allo studio dei vaccini, ma per il momento la prevenzione consiste soprattutto nel ridurre l'esposizione alle punture di zanzare". Sono alcuni dei dati che emergono dal bollettino settimanale West Nile virus, diffuso dall'Istituto superiore di sanità. (ForlìToday)

Che cos'è il virus West Nile. Come riporta l'Istituto superiore di sanità, la febbre West Nile è una malattia provocata dal virus isolato per la prima volta nel 1937 in Uganda, appunto nel distretto da cui prende il nome. (VicenzaToday)

«Il mio laboratorio aveva isolato nel 2008, per la prima volta nell'uomo in Italia, il virus West Nile proveniente da un campione di un donatore di sangue della provincia di Rovigo. «Al 27 luglio l'Ecdc (European center for disease prevention and control di Stoccolma, ndr) aveva segnalato 37 casi umani di infezione da West Nile virus distribuiti tra Italia (la maggior parte), Grecia, Slovacchia e Serbia. (ilgazzettino.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr