Cosenza, rapinano furgone, un arresto ed un ricercato dalla Polizia

Cosenza, rapinano furgone, un arresto ed un ricercato dalla Polizia
Per saperne di più:
Corriere di Lamezia INTERNO

L’attività investigativa permetteva di recuperare sia il telefono cellulare del valore di circa 1500 euro nonché il mezzo furgonato del valore di 15 mila euro.

Per le lesioni patite , il soggetto doveva fare ricorso alle cure mediche presso il locale nosocomio, dal quale poi veniva dimesso con 5 giorni di prognosi.

A quel punto, il rapinatore si poneva alla guida del mezzo aziendale e unitamente al conducente del fuoristrada bianco, i malviventi si allontanavano. (Corriere di Lamezia)

Ne parlano anche altre fonti

della Procura- Aliquota Polizia Provinciale, diretta dal commissario Alessandro Bonucci, congiuntamente alla Polizia Municipale di Prato, con gli ispettori Michele Maionchi e Daria Malagigi. Elevati profitti per tutti i componenti dell’associazione criminosa, con un illecito profitto stimato, nell’arco temporale di circa un anno e mezzo di 800. (tvprato.it)

I più gravi, associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti su tutto il territorio nazionale e traffico transfrontaliero di rifiuti verso paesi dell’unione europea vengono rivolti nei confronti di soggetti italiani e cinesi. (Vivere Pesaro)

L'indagine ha preso il via nel 2018 grazie al ritrovamento di alcune etichette in cumuli di rifiuti abbandonati. Ci sono anche due mugellani tra gli inquirenti che hanno condotto l'indagine sullo smaltimenti illecito degli scarti tessili nella zona di Prato. (OK!Mugello )

Prato, rifiuti tessili: diecimila tonnellate smaltite in edifici abbandonati

Le attività di indagine sono state effettuate dalla Sezione di P. della Procura- Aliquota Polizia Provinciale, diretta dal commissario Alessandro Boucci, congiuntamente alla Polizia Municipale di Prato, con gli ispettori Michele Maionchi e Daria Malagigi. (La Repubblica Firenze.it)

34 gli indagati italiani e cinesi, sequestrate 10mila tonnellate di rifiuti tessili del distretto di Prato smaltiti illecitamente sia in Italia sia all'estero. Mezzo e mezzo?”, chiedono ordinariamente tali soggetti nelle varie intercettazioni agli interlocutori delle ditte cinesi produttori dei rifiuti. (LA NAZIONE)

Il tutto stipato all’interno di numerosi capannoni industriali, container e semirimorchi, individuati tra le provincie di Prato, di Pistoia e Pesaro Urbino ed oggetto di sequestro Le attività di indagine sono state effettuate dalla sezione di pg della polizia provinciale di Firenze insieme alla polizia municipale di Prato. (Corriere Fiorentino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr