MotoGP, Aragon, Libere 2: Miller suona la carica Ducati

MotoGP, Aragon, Libere 2: Miller suona la carica Ducati
Altri dettagli:
Motorsport.com Italia SPORT

Ha fatto poco meglio invece suo fratello Luca Marini, che occupa la 15esima posizione con la Ducati di Sky VR46 Avintia

Alex Rins ha sfiorato la top 10 con l'11esimo tempo, mentre Joan Mir si ritrova addirittura in 21esima e penultima posizione.

E' stata una FP2 difficile invece per le Suzuki e le KTM, che al momento non sarebbero rappresentate in Q2.

Il francese ha dato una scalata decisa alla classifica proprio nel finale, risultando l'ultimo tra i piloti capaci di infrangere il muro dell'1'48". (Motorsport.com Italia)

Su altre fonti

Abbiamo faticato tanto in questi anni, sappiamo che possiamo lottare per il podio e domenica ci proverò nuovamente". Non vedo l'ora di giocare ancora di più con i setting, abbiamo provato tanto e sappiamo cosa vogliamo migliorare e cosa dobbiamo fare". (Sport Mediaset)

Buona prova anche per l due Ducati Pramac di Johann Zarco (4°) e Jorge Martin (5°), cosa che rende la Ducati assoluta dominatrice di queste seconde libere. Il Leader del Mondiale Motogp Fabio Quartararo è solamente 7°, ma Meregalli ha una spiegazione: “Quartararo è stato punto da un insetto probabilmente nel giro buono per il time attack. (Virgilio Sport)

“Firma di lusso per il team DAZN in questo fine settimana: Jorge Lorenzo sarà nello stand con Ernest Riveras durante le FP4 e le qualifiche della MotoGP ad Aragon” Da tempo è divenuto un commentatore molto seguito sul suo canale YouTube, non essendo riuscito ancora a firmare un contratto come commentatore TV. (Corse di Moto)

MotoGP / Marquez: “In passato ad Aragon facevo la differenza”

Ho visto Franco soffrire molto, ma ora sta meglio e proverà a rientrare per Misano. Il recupero dall'operazione non è stato affatto una passeggiata, come ha rivelato Valentino Rossi: "Franco e Carlo Casabianca, il preparatore atletico della VR46, stanno lottando contro il tempo. (Sportal)

Sono davvero contento di questo, perché stiamo lavorando molto sulla moto e stiamo guadagnando un buon feeling. Stiamo lavorando per cercare di trattare meglio le gomme che qui faranno la differenza, c'è tanto degrado al posteriore perché l'asfalto è aggressivo e non ha grip. (Sport Mediaset)

Devo lavorare perché qui in passato riuscivo a fare una grande differenza rispetto agli avversari, che invece adesso sono tutti vicini. “Il piano era lavorare per la gara, fare il time attack la mattina e poi lavorare sulle gomme al pomeriggio. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr