Italiana bloccata in India durante adozione: “Positiva, vogliono mandarmi in ospedale, ho paura”

Italiana bloccata in India durante adozione: “Positiva, vogliono mandarmi in ospedale, ho paura”
Fanpage.it INTERNO

Sono molto preoccupata e arrabbiata perché quando siamo partiti non siamo stati avvertiti che c'era questa situazione" ha dichiarato Simonetta Filippini.

La signora era già risultata positiva al coronavirus nei giorni scorsi quando la coppia residente a Campi Bisenzio (Firenze) stava per rientrare in Italia.

L'ambasciatore mi accennava che sarebbero venuti gli assistenti sociali e l'avrebbero messa in un istituto. (Fanpage.it)

Su altri media

Ieri in consiglio comunale a Firenze ha esposto il caso il consigliere Alessandro Draghi: "La mia angoscia è che questa situazione venga dimenticata a breve Enzo Galli, marito di Simonetta, ieri mattina ha inviato a "La Nazione" un altro drammatico video-appello: "Simonetta non riesce a mangiare, le prospettano il ritorno in ospedale. (LA NAZIONE)

La destinazione finale sarà l'ITBP Hospital di Greater Noida, Delhi "È una battaglia che combattiamo ogni giorno", ha dichiarato il medico alla BBC. (Fanpage.it)

Una catastrofe, un’ecatombe, un dramma senza fine, queste le parole che i titoli dei giornali sia cartacei che online hanno associato all’India e alla pandemia di covid ormai fuori controllo da giorni. (Computer Magazine)

Covid, India supera i 20 milioni di contagi

I dettagli nel video qui sopra al COLLASSO, NUOVO RECORD di CONTAGI e VITTIME e altro LOCKDOWN. (iLMeteo.it)

I protocolli locali prevedono la negativizzazione al Covid della moglie e tempi lunghi per il rientro in Italia della nuova famiglia. Le condizioni della donna, che è stata finora seguita in un albergo sanitario di Nuova Delhi, stanno peggiorando e si sta preparando il trasferimento in un ospedale. (tvprato.it)

(LaPresse/AP) – L’India conferma che gli oltre 20 milioni di contagi da coronavirus dall’inizio della pandemia nel Paese rappresentino una vasta sottostima (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr