VIDEO | Ultima generazione blocca ancora il Gra: "Non ci fermeremo, non c'è più tempo"

VIDEO | Ultima generazione blocca ancora il Gra: Non ci fermeremo, non c'è più tempo
RomaToday INTERNO

Si preparano gli striscioni e poi diretti, verso il Grande raccordo anulare.

L’obbiettivo è sempre lo stesso: bloccare il Gra, creare disagi, ma soprattutto attirare l’attenzione: “Perchè non c’è più tempo, servono interventi seri contro il cambiamento climatico, dobbiamo scongiurare una catastrofe”, dicono gli attivisti di Ultima generazione durante l’ultimo blitz fatto stamattina, mercoledì 22 giugno. (RomaToday)

La notizia riportata su altri giornali

Stamattina, venerdì 24 giugno, gli attivisti di “Ultima generazione” sono tornati in azione, questa volta colpendo l’anello sud del Gra, tra l’uscita Appia e quella per Grena Sant’Andrea, zona Ciampino. (RomaToday)

Roma, 22 giu – I gretini non si fermano mai e fermano di nuovo il Gra. Dopo il caos di una settimana fa, gli ambientalisti colpiscono ancora e bloccano, stamattina intorno alle 8, il raccordo della capitale. (Il Primato Nazionale)

Ambientalisti. Per la quarta volta nel giro di pochi giorni, gli ambientalisti hanno deciso di bloccare nuovamente il Grande raccordo anulare di Roma, sedendosi sulla carreggiata e scatenando l’ira degli automobilisti. (Yahoo Notizie)

L'inferno del GRA: caldo, code e blocchi degli ecologisti

Gli automobilisti, infuriati per essere rimasti bloccati in coda, tentano di rimuovere dalla carreggiata gli attivisti di Ultima Generazione . È il quarto blocco dei manifestanti per il clima in pochi giorni, questa volta all’altezza di Ciampino: “Andate a protestare dove dovete, siete senza dignità, andate a lavorare” (Il Fatto Quotidiano)

Su ilfattoquotidiano.it navighi gratis, ma il nostro lavoro ha un costo. Ma ora è necessario che tu faccia di più: sostienici! (Il Fatto Quotidiano)

"Ci scusiamo con i cittadini per il disagio temporaneo e sappiamo quanto sia importante andare al lavoro; siamo tutti figli e alcuni di noi anche genitori. È proprio per i figli che lo facciamo, i vostri ed i nostri": questo il messaggio lanciato agli automobilisti. (Automoto.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr