Rientro in classe, errore nel decreto regionale manda in tilt le famiglie siciliane

La Repubblica INTERNO

Mentre la Regione prende tempo per decidere cosa fare della scuola con una buona fetta d'Italia che ieri, invece, è tornata sui banchi, i presidi si preparano a tutti gli scenari possibili: la didattica a distanza da lunedì prossimo con l'Isola in zona arancione o il rientro in presenza con una mole enorme di lavoro da smaltire

I giorni di vacanza extra per gli studenti siciliani da tre potrebbero diventare cinque, arrivando così a venerdì con una Sicilia arancione alle porte che in automatico si porterebbe dietro la didattica a distanza. (La Repubblica)

Ne parlano anche altri giornali

Una storia che sembra infinita dato che la zona arancione, per la città di Caltanissetta, è stata prevista dal Governatore Nello Musumeci fino al 19 gennaio Comunicazione arrivata soltanto alle 19 di mercoledì 12 gennaio (a circa 13 ore dalla riapertura dei portoni delle scuole) con l’ormai prevedibile annuncio della decisione di chiudere gli istituti fino a domenica prossima (16 gennaio 2022). (il Fatto Nisseno)

I sindaci, finché non ci saranno dati certi, non intendo riaprire le scuole di ogni ordine e grado, dall’infanzia e fino alle superiori Così recita il comma 5 dell’articolo 50 del TUEL, il Testo Unico degli Enti Locali. (Alpauno)

Una decisione che muove esclusivamente dalla necessità fondamentale di tutelare la salute dei ragazzi e degli operatori della scuola” Numerosi primi cittadini hanno così predisposto ordinanze di proroga della chiusura in base alle norme del testo unico degli Enti Locali. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

I sindaci avevano chiesto "di conoscere i dati certi relativi al numero dei contagiati comune per comune, all'incidenza degli stessi su 100.000 abitanti, al tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e in aree mediche insieme al numero delle persone vaccinate" (Ansa)

Il direttore dell’Ufficio scolastico regionale Stefano Suraniti ha sottolineato che la Sicilia ha comunque dati pandemici più bassi rispetto alla media nazionale. La Flc-Cgil all’Ansa ha dichiarato che «anche l’associazione nazionale dei presidi si è schierata per il ritorno a scuola senza se e senza ma. (CastelvetranoSelinunte.it)

D'accordo sulla riapertura il direttore scolastico regionale, Stefano Suraniti e l'associazione nazionale dei presidi. - PALERMO, 12 GEN - Cresce il numero di contagi in Sicilia: i casi sono 13.048 a fronte di 62.875 tamponi processati. (Ansa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr