Generali, si è dimesso Francesco Gaetano Caltagirone

Generali, si è dimesso Francesco Gaetano Caltagirone
Più informazioni:
Il Sole 24 ORE INTERNO

Nella serata di ieri Francesco Gaetano Caltagirone ha preso carta e penna e in una missiva ha ufficializzato le sue dimissioni dal Leone di Trieste.

Ascolta la versione audio dell'articolo. 2' di lettura. Entra nel vivo la battaglia per il controllo delle Generali.

Caltagirone

Rinnovo rispetto al quale Caltagirone, in asse con Leonardo Del Vecchio e Fondazione Crt, ha espresso a più riprese il proprio dissenso. (Il Sole 24 ORE)

La notizia riportata su altri giornali

Francesco Gaetano Caltagirone si è dimesso dal Cda dicendosi “palesemente osteggiato e impedito dal dare il proprio contributo critico”. Ai suddetti principi ci si è attenuti nei rapporti con tutti i consiglieri, senza eccezione alcuna e in ogni occasione” (L'HuffPost)

Questa prima lista avrà il 50% dei nomi in più rispetto a quella definitiva, che servirà per il rinnovo del CdA previsto in primavera e sarà finalizzata il mese prossimo Principi, questi, a cui confermo ci si è sempre attenuti nei rapporti con tutti i consiglieri, senza eccezione alcuna e in ogni occasione". (Borsa Italiana)

Come il punto della presentazione della lista del cda, per cui sono attesi gli esiti di una consultazione indetta prima di Natale. Il cda di Generali si confronterà sullo strappo di Caltagirone nel vertice fissato il 18 gennaio. (Notizie - MSN Italia)

Caltagirone dantesco Assinews.it

L’attesa per le scelte di Del Vecchio e di Benetton Dentro Generali le variabili continuano a essere diverse. Non è ancora chiaro per esempio se Caltagirone dovrà essere sostituito o se la casella resterà vacante fino al nuovo board (Corriere della Sera)

L’addio a sorpresa, di cui ha dato notizia Repubblica, è stato annunciato con una lettera polemica nei confronti del lavoro del cda, accusato di non avergli consentito di esprimere “il proprio contributo critico” alla gestione del Leone. (Il Fatto Quotidiano)

Con la prima candidata, già nel cda della compagnia, che sarebbe però meno favorita vista la predisposizione ad evitare le nomine degli attuali consiglieri Lo statuto di Generali fissa a 13 il numero minimo dei consiglieri che, dopo l’uscita del vicepresidente vicario, sono scesi a 12. (Assinews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr