Usa, Camera vota su correzione tetto debito a breve termine, evitando default Da Reuters

Usa, Camera vota su correzione tetto debito a breve termine, evitando default Da Reuters
Investing.com ESTERI

L'approvazione della Camera ha scongiurato i timori del primo default degli Stati Uniti - la più grande economia del mondo - tuttavia, l'estensione temporanea ha posto le basi per una continua lotta tra le parti.

I democratici, che controllano la Camera con una maggioranza risicata, hanno mantenuto la linea di partito per far passare il combattuto aumento del limite del debito di 480 miliardi di dollari con 219 favorevoli e 206 contrari. (Investing.com)

La notizia riportata su altri media

(LaPresse) – Nella stessa area, ricorda la nota, Lane è già impegnata su un ulteriore progetto di potenziamento degli argini, il Blue River Basin. Milano, 14 ott. (LaPresse)

Milano, 14 ott. (LaPresse)

Senza l'approvazione della misura, secondo i media americani, ci sarebbe stato il rischio di "un'insolvenza catastrofica e un disastro economico". La misura temporanea, già passata al Senato, può essere ora firmata dal presidente Usa Joe Biden. (Il Sole 24 ORE)

Usa: la Camera approva l’accordo per aumentare il tetto del debito

Ma la misura è temporanea e consentirà di pagare i debiti solo fino al 3 dicembre, poi servirà un nuovo intervento per evitare il default. - (PRIMAPRESS) (PrimaPress)

La misura temporanea, già passata al Senato, può essere ora firmata dal presidente Usa Joe Biden. (askanews) - La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato l'innalzamento del tetto del debito pubblico di 480 miliardi di dollari, con un'estensione temporale solo fino all'inizio di dicembre. (Today)

Il leader del Grand Old Party al Senato Mitch McConnell ha già fatto sapere alla Casa Bianca che non collaborerà con i dem per un altro aumento del tetto del debito. Difatti, aveva sottolineato il presidente Usa, durante la precedente amministrazione “il debito è cresciuto in quattro anni di quasi 8 mila miliardi di dollari, oltre un quarto del debito complessivo accumulato in oltre 200 anni (In Terris)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr