Chievo appeso a un filo: solo il Collegio di Garanzia può salvarlo dal crac. Le aperture

TUTTO mercato WEB SPORT

"La decisione del Consiglio Figc era nell’aria: Chievo non ammesso alla serie B.

Chievo appeso a un filo: solo il Collegio di Garanzia può salvarlo dal crac.

Il club presenterà ricorso al Collegio di Garanzia del Coni e «ribadisce di aver operato in linea con le normative vigenti e federali».

Il Collegio di Garanzia del Coni, probabilmente già venerdì prossimo, dirà se ha avuto ragione il Consiglio della Figc ad escludere il Chievo dalla Serie B o il Chievo

", così La Gazzetta dello Sport, che spiega poi: "Il Consiglio federale ha escluso il Chievo dalla Serie B e altre società dalla C. (TUTTO mercato WEB)

La notizia riportata su altri media

Il Chievo lo ha fatto, ma la Covisoc della Federcalcio voleva un attestato dell’Agenzia delle Entrate, che il fisco non ha ancora prodotto. Vicenda Chievo: per la B si attende il consiglio di garanzia del CONI. (TGR – Rai)

Il Chievo è stata la mia famiglia, la mia seconda famiglia. “Apro i giornali e sto male - ha raccontato il brasiliano a L’Arena di Verona -. (Sportal)

Nell’analisi della situazione generale, che prevede anche la rinuncia all’iscrizione al campionato di Serie C della società Gozzano, ascoltata la relazione della Covisoc in merito ad ogni singolo ricorso avverso la non concessione delle Licenze Nazionali per l’ammissione ai Campionati Professionistici 2021/2022, il Consiglio ha deliberato la mancata iscrizione in Serie B del Chievo Verona e in Lega Pro del Carpi, della Casertana, del Novara, della Paganese e della Sambenedettese. (Tuttofrosinone)

Ne è convinto l’ex clivense Luciano, che sulle colonne de “L’Arena” aggiunge: «Apro i giornali e sto male. Non voglio nemmeno prendere in considerazione l’ipotesi che…”. sabato 17 Luglio 2021 - Ore 12:00 - Autore: Staff Trivenetogoal. (Trivenetogoal)

Il Chievo, infatti, ricomincerebbe dalle ultime leghe dilettantistiche: l’opportunità di acquisire i diritti per la Serie D viene concessa alle compagini che risultano essere l’unica espressione della propria città. (Monza-News)

Il Chievo, infatti, ricomincerebbe dalle ultime leghe dilettantistiche: l’opportunità di acquisire i diritti per la Serie D viene concessa alle compagini che risultano essere l’unica espressione della propria città. (Stadionews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr